Onofrio Di Cillo, Sindaco di Carosino, al di là delle polemiche noi siamo e saremo sempre affianco ai nostri concittadini

Condividi

In un momento storico, dalla portata inaspettata e dalle conseguenze sconosciute, l’Amministrazione Di Cillo ha voluto fortemente essere al fianco dei cittadini e delle attività commerciali del proprio paese e delle esigenze che orbitano intorno alle stesse.

Per tali motivi, oltre i provvedimenti adottati dal Governo centrale con Legge n.27/2020, di conversione del D.L. n.18/2020 c.d. “Cura Italia”, al preciso scopo di fronteggiare le emergenze conseguenziali il Coronavirus, il Primo Cittadino e la sua squadra hanno approvato, nella seduta del Consiglio Comunale dello scorso 19 Giugno, un pacchetto di iniziative con ricaduta economico- finanziaria sugli esercizi commerciali carosinesi.

Difatti, secondo il Sindaco Di Cillo “La maggioranza, in occasione dell’approvazione del Bilancio di competenza del biennio 2020-2022, ha dato priorità ai cittadini e agli esercenti commerciali messi in ginocchio dal Covid- 19. Ci riteniamo soddisfatti del lavoro svolto, in collaborazione con i Dirigenti ed i dipendenti comunali. Mi preme evidenziare che rispetto la polemica relativa la distribuzione di buoni spesa, la scelta di permettere ai cittadini l’acquisto di beni di prima necessità, è stata una scelta operata dal Governo centrale: per tali ragioni abbiamo deciso di vincolare tali buoni al reperimento di beni alimentari, poiché avevamo ragione di credere che fossero assolutamente indispensabili per coloro che ne avevano fatto richiesta. L’Ufficio preposto ha già provveduto a rendicontare alla Regione Puglia i dettagli sulla distribuzione di tali buoni, data la segnalazione fatta dal Consigliere di minoranza, De Santis.

Relativamente il polverone sollevato dall’attuale opposizione, riteniamo che l’Assise fosse pienamente legittima, esattamente come le Commissioni che hanno preceduto il Consiglio. I termini previsti dal Regolamento Comunale, per la surroga del Consigliere dimissionario, non sono termini perentori, e le Commissioni erano validamente costituite – e pertanto pienamente legittimate ad operare –. Riteniamo, altresì, che i criteri di democrazia sono stati ampiamente rispettati e rimandiamo al mittente la polemica sulla capacità o meno di saper analizzare – e comprendere- gli atti e i documenti amministrativi e riteniamo, inoltre, di non essere per niente imbarazzati a dare una risposta alle domande che ci vengono poste, come qualche ex assessore ha gratuitamente asserito e come abbiamo dimostrato durante il Consiglio Comunale. Approfitto – conclude il Sindaco – per ringraziare ancora una volta gli Uffici Preposti per la disponibilità e la professionalità con cui hanno operato”.

È stata, pertanto, approvata nello scorso venerdì 19 Giugno, oltre che il nuovo Bilancio e il Rendiconto del 2019, la TARI come concesso dalla norma, con le tariffe 2019; l’esenzione dal pagamento dei canoni di locazione degli immobili comunali, relativamente il periodo di chiusura obbligatoria delle relative attività; l’esenzione per le attività commerciali per il periodo di competenza 1 Marzo – 31 Maggio per il pagamento della TARI; e rispetto la concessione di suolo pubblico (TOSAP), la volontà è quella di raddoppiare – su richiesta – gli spazi antistanti gli esercizi commerciali in concessione TOSAP, senza dover pagare alcunché rispetto alle concessioni originarie, in modo da facilitare il distanziamento sociale tra i fruitori dei servizi.

L’Amministrazione Di Cillo ha previsto, altresì, tra le manovre anche la riduzione al 50% della TARI per le attività commerciali che hanno svolto la propria attività, pur subendone un drastico calo, consentendo, tanto alle attività che hanno subito una riduzione del lavoro quanto a quelle che hanno normalmente svolto la propria attività, di dilazionare nel numero di sei rate, anziché quattro, il pagamento della tassa TARI, a decorrere dal 31 Luglio 2020.

L’Assessore al Bilancio, Alessia Greco, ha voluto esprimere un pensiero di vicinanza alla propria comunità: “Abbiamo lavorato affinché gli esercenti commerciali non manchi il nostro supporto, non solo morale. Comprendiamo che la portata del Covid-19 ha avuto delle conseguenze gravissime e per tali ragioni non abbiamo esitato un attimo nell’analizzare quelli che erano i margini di manovra possibili, ed utilizzare questi spazi finanziari per agevolare in maniera tangibile l’economia della nostra comunità”.

 

Durante il Consiglio Comunale è stato fatto anche il punto sull’anno 2019 che ha visto nel mese di giugno l’insediamento della nuova ed attuale amministrazione, per cui c’è una rendicontazione dei primi mesi dell’anno che dal punto di vista politico non ci appartiene, e una rendicontazione dell’attività della seconda metà dell’anno la cui responsabilità politica amministrativa ci appartiene a pieno titolo.

Questa amministrazione, una volta insediata, ha ritenuto doveroso dare la giusta continuità ad interventi già programmati ed in alcuni casi in fase di avviamento, anzi pensiamo di esserci caratterizzati sin da subito per un attivismo ed una concretezza amministrativa, dando impulso e risvegliando il paese.

Quindi è stata data continuità agli interventi di somma urgenza per la messa in sicurezza del castello, già in corso, andando a reperire ulteriori risorse che hanno permesso un intervento completo in tal senso.

Sono continuati i lavori per la valorizzazione della biblioteca, i lavori nelle scuole, sono stati rivisti, avviati e completati i lavori delle strade, è stato rivisto ed avviato l’intervento di sistemazione del parco pubblico, dell’ascensore della scuola elementare.

Si è adeguato il progetto, relativo all’intervento sul campo sportivo, alle prescrizioni imposte dalla Lega Nazionale Dilettanti, e si è proceduto all’avvio dei lavori.

Sono stati affidati ed avviati i lavori relativi ai campetti di via Nenni, i lavori di efficentamento energetico del palazzo comunale, e sono stati eseguiti una serie di interventi manutentivi sugli immobili comunali (scuole, strade, cimitero, teatro, ex casa custode scuola media, ecc…) .

E’ stato completato il lavoro della recinzione che divide il parco pubblico dal giardino del castello realizzandovi anche una cancellata.

Interventi consistenti sono stati eseguiti nell’ambito del verde pubblico provvedendo alla messa in sicurezza di alcune zone attraverso l’abbattimento di alberi ritenuti pericolosi, si è provveduto ad una radicale potatura di alberi e ad una consistente piantumazione di nuovi alberi.

Altro elemento di notevole importanza è quello relativo alla digitalizzazione in formato vettoriale del PRG vigente che oltre a costituire un valido strumento di lavoro per gli uffici e per i tecnici rappresenta un importante strumento propedeutico al PUG.

Si è proceduto inoltre all’esternalizzazione dei servizi cimiteriali compreso il servizio di apertura e chiusura, custodia e pulizia.

Ad ottobre 2019 siamo riusciti ad inserirci nella costituzione del distretto urbano del commercio che diventerà operativo nei prossimi mesi e potrà sicuramente contribuire allo sviluppo di questo settore.

Durante l’estate è stato realizzato un ricchissimo cartellone estivo nel quale è stata anche inserita la tradizionale Sagra del vino.

Sono stati espletati numerosi incontri culturali, in particolare tra le iniziative che sono state molto apprezzate dai ragazzi è stata quella di aver inserito Carosino fra le tappe del ”tour della legalità-pullman azzurro” con la Polizia di Stato.

Abbiamo fortemente voluto in collaborazione con la Pro Loco, riproporre in versione invernale la prima edizione della Sagra del Vino Winter Edition, allo scopo di promuovere ulteriormente il nostro prodotto e il territorio.

Le iniziative si sono concluse con la prima edizione in assoluto del Capodanno in Piazza, un evento molto partecipato.

Onofrio Di Cillo
Sindaco di Carosino
 

Condividi

Redazione Oraquadra

La redazione.

Lascia un commento