Fratelli d’Italia Grottaglie: Con Fitto presidente, uniti verso la vittoria

Condividi

Questa non è una apologia fine a se stessa di Raffaele Fitto, ma la fotografia celebrativa della importante tappa di un cammino iniziato molti anni fa da uomini e donne che hanno creduto in un progetto politico unificante le diverse anime della destra italiana.
Uomini e donne che hanno aderito a Fratelli d’Italia quando questa idea viaggiava su un indice di gradimento elettorale ad una sola cifra e, senza perdersi d’animo hanno costituito lo spartiacque tra il prima e il dopo della politica italiana a livello nazionale e locale.
Essere di Fratelli d’Italia oggi significa credere nel futuro, significa amare la propria terra in modo fattivo e concreto, e soprattutto significa non voler abbassare la testa rispetto alla nefasta politica di una sinistra sempre più caratterizzata da filocapitalismo ed incompetenza.
Siamo stati delusi dalla politica, poi siamo stati delusi dall’antipolitica fino a giungere ai giorni nostri dove candidati fintamente indipendenti portano voti alla sinistra di sempre da cui si dissociano in pubblico e con cui vanno a cena la sera.
Questo processo degenerativo ha toccato il suo culmine in Puglia dove nella corsa alle regionali il centro-sinistra si presenta disintegrato in una galassia di candidati, espressione di voci parziali ed impotenti, figlie certificate di una amministrazione Emiliano che del personalismo ha fatto il suo stile e della catastrofe economica, politica e sociale ha fatto il suo tragico esito.
Oggi, l’elettorato non ha altra possibilità che dare fiducia a quegli uomini e a quelle donne che nel progetto politico di un centro-destra unito hanno creduto in tempi non sospetti e di certo non per interesse personale.
Questi uomini e queste donne sono diventati l’avanguardia di un popolo in marcia verso la costruzione di una nuova Italia che vuole rinascere dalle macerie in cui l’ha ridotta la sinistra.
Il centro-destra pugliese, espressione della migliore classe dirigente nazionale rispecchia questa unità di intenti, differentemente dal centro-sinistra che è ben lontano dal trovare una sintesi unitaria, rappresentando, già solo per questo, l’unica possibilità concreta di un cambiamento necessario.
In Puglia, soprattutto nei settori della sanità e della agricoltura, gestiti direttamente da Emiliano, non si potrebbe fare di peggio, e già solo questo dato basterebbe a giustificare la ventata di ottimismo che sta pervadendo le coscienze, in una politica che non può, anche volendo, imboccare altra strada se non quella della risalita verso il miglioramento.
Tuttavia, Fratelli d’Italia non si accontenta di candidare il cosiddetto “meno peggio”, ma in Raffaele Fitto esprime una candidatura di sintesi di tutto il centro-destra, fortemente voluta e difesa, perchè Raffaele Fitto è l’unica persona idonea ad adempiere l’arduo compito di risollevare la Puglia.
Europarlamentare eletto nel maggio 2019 con ben 81.000 voti, Co-Presidente dei Conservatori e Riformisti europei, due volte Ministro per i rapporti con le Regioni, già Presidente della Regione Puglia e deputato in svariate legislature, Raffaele Fitto può vantare un curriculum di tutto rispetto e una esperienza politica che non ha eguali sul fronte avverso.
Con Fitto la Puglia andrà in Europa e si porrà fine alla drammatica emorragia di finanziamenti europei non riscossi per colpa della incompetenza dell’attuale governo regionale.
Con Fitto si potrà finalmente intervenire con professionalità e decisione nelle tante vertenze che sono aperte sul nostro territorio: dal caso ex Ilva, al sostegno alla agricoltura, al potenziamento del sistema dei trasporti per valorizzare il Salento, il Gargano ed il Tarantino dal punto di vista turistico.
I soldi ci sono e i finanziamenti sono pronti, quella che è mancata fino ad oggi è stata la competenza tecnica per accedervi e la ambizione politica di voler rifare l’Italia e la Puglia.
Basti pensare che nella Regione Abruzzo, attualmente governata da Fratelli d’Italia, la pluridecennale vertenza relativa all’aeroporto civile è stata da noi risolta in sei mesi. Questi non sono miracoli, ma i semplici effetti di una politica fatta da gente competente ed esperta.
La parola ora spetta a voi: se siete soddisfatti della politica in Puglia così come è oggi, votate pure Emiliano; se per ragioni assistenziali siete rimasti legati alla promessa mancata dei 5 Stelle, votate pure il loro candidato; ma se pensate che sia arrivato il momento di dare fiducia a chi la politica la sa fare, se pensate che compito della politica non è fare l’elemosina al cittadino ma è rimuovere gli ostacoli che impediscono al cittadino di realizzare pienamente la propria libertà economica, sociale ed esistenziale, bé, allora non avete molta scelta, l’unica cosa che potete fare nel vostro interesse e nell’interesse della Puglia è votare Raffaele Fitto.


Dal 2011 oraquadra, propone un’informazione onesta, corretta, puntuale e gratuita.

Sostenete ORAQUADRA e la libertà di informazione


 

Condividi
Redazione Oraquadra

Redazione Oraquadra

La redazione.

Lascia un commento