Rampa disabili di Lido Taranto, il Comune interverrà in sostituzione del concessionario

Condividi

Partirà domani 25 giugno l’intervento di somma urgenza per il ripristino della rampa per l’accesso dei disabili alla spiaggia di Lido Taranto, sul lungomare Vittorio Emanuele III.
Nei giorni scorsi i tecnici della direzione Patrimonio si sono recati sul posto, accessibile tramite i Giardini Lungomare, al fine di verificare le condizioni della struttura in legno per la discesa in spiaggia. Dal sopralluogo è emerso che la rampa risulta danneggiata e inutilizzabile, rendendo l’accesso alla spiaggia particolarmente difficoltoso per chiunque.
«Abbiamo dato immediatamente disposizioni affinché si procedesse alla realizzazione di una nuova pedana – il commento del sindaco Rinaldo Melucci –, intervenendo in sostituzione del concessionario. L’abbattimento di tutte le barriere architettoniche presenti in città, per altro, è una priorità che abbiamo definito anche attraverso la specifica redazione del PEBA, il Piano per l’Eliminazione delle Barriere Architettoniche».
L’intervento consisterà nella realizzazione di una nuova pedana con struttura in legno lamellare, calpestio in doghe lignee (perline), balaustra in legno massello, e dovrà rispettare, nelle dimensioni e nella pendenza, i requisiti di cui al D.M. 236 del 1989 in materia di abbattimento delle barriere architettoniche. Saranno anche realizzate le necessarie opere edilizie per la connessione della rampa alla pavimentazione dei Giardini Lungomare.

 


Dal 2011 oraquadra, propone un’informazione onesta, corretta, puntuale e gratuita.

Sostenete ORAQUADRA e la libertà di informazione


 

Condividi
Avatar

Valentina D'Amuri

Laureata in Progettazione e Gestione Formativa nell'era digitale, consegue il Master di II livello in Studi Strategici e Sicurezza Internazionale in concomitanza con il Corso Normale di Stato Maggiore della Marina Militare. Instructional Designer, collabora alla produzione di diversi progetti in ambito civile e militare. "Non chi comincia ma quel che persevera"

Lascia un commento