Microprestito: ammesse a finanziamento già 715 aziende pugliesi per 16milioni e mezzo di agevolazioni

Condividi

A circa tre settimane dall’avvio della misura anti- Covid-19 del Microprestito, procedono le adesioni da parte delle imprese pugliesi.

 

Dal 4 giugno ad oggi sono arrivate complessivamente 7.289 domande per un importo in agevolazioni richieste pari a € 156.085.029,75.

 

Sono in compilazione ulteriori 2.630 domande, mentre  sono in istruttoria 2.098 domande con i seguenti esiti:

 

758 ammissibili, con 715 determine di concessione delle agevolazioni per € 16.538.976,55.

 

Alle 611 imprese ammesse fino a ieri sono stati trasmessi i contratti;

 

148 non ammissibili;

 

655 in attesa di integrazioni;

 

537 in attesa di esito della verifica di regolarità contributiva.

 

Sono state effettuate 163 erogazioni  per € 3.659.494,27, in favore delle prime imprese che hanno restituito i contratti di agevolazione sottoscritti.

 

Per le 715 imprese ammesse, riportiamo di seguito la distribuzione per provincia:

 

-Bari n.334  aziende ammesse a finanziamento per un importo complessivo di € 7.972.349,39 in agevolazioni.

 

-BAT n. 45 aziende ammesse a finanziamento per un importo complessivo di  €   1.101.939,93

 

-Brindisi n. 62 aziende ammesse a finanziamento per un importo di €   1.370.914,50

 

– Foggia n. 106 aziende ammesse a finanziamento per un importo complessivo di €     2.341.493,82

 

– Lecce n. 110 aziende ammesse a finanziamento per un importo complessivo €        2.338.002,25

 

-Taranto n. 58 aziende ammesse a finanziamento per un importo complessivo di € 1.414.276,66.

 

Si tratta di numeri molto significativi che dimostrano certamente la grande fiducia riposta nello strumento finanziario messo in campo dalla Regione Puglia che sta dimostrando di rispondere pienamente alle esigenze degli imprenditori pugliesi colpiti nostre malgrado dalla brutta pandemia globale.

 

Condividi

Valentina D'Amuri

Laureata in Progettazione e Gestione Formativa nell'era digitale, consegue il Master di II livello in Studi Strategici e Sicurezza Internazionale in concomitanza con il Corso Normale di Stato Maggiore della Marina Militare. Instructional Designer, collabora alla produzione di diversi progetti in ambito civile e militare. "Non chi comincia ma quel che persevera"

Lascia un commento