Giornata FAI all’aperto 2020, il fascino dei giardini ottocenteschi dell’ospedale militare di Taranto

Condividi

Grande successo di pubblico e di consensi per I Giardini ottocenteschi dell’Ospedale Militare di Taranto con tutta l’area archeologica ad essi annessa che, insieme ai giardini di Villa Peripato, sono stati scelti dalla Delegazione FAI di Taranto come percorso delle “GIORNATE FAI  all’Aperto”, evento speciale per svelare i segreti dei giardini storici del Borgo Umbertino di Taranto che costeggiano il mar Piccolo.  Weekend green e di charme quello del 27 e 28 giugno offerto dal FAI, dal Comune di Taranto e dalla Marina Militare con il Comando Marittimo Sud e la Direzione del Centro Ospedaliero Militare che, nel rispetto delle misure di prevenzione anti covid. Il caldo delle due giornate non ha fermato i 250 visitatori che, a gruppi di 15, hanno varcato i cancelli del Centro Ospedaliero Militare determinando il successo dell’iniziativa, arricchita da accompagnatori e visitatori di eccezione, personalità di spicco  del mondo culturale e scientifico della città di Taranto, l’Architetto Augusto Ressa, la dott.ssa Mina Chirico, la dott.ssa Laura Masiello della Soprintendenza dei Beni Archeologici di Taranto, il paesaggista Vito Crisanti, l’attore tarantino Massimo CIMAGLIA solo per citarne alcuni. Tra i visitatori affascinati dai luoghi anche l’assessore all’Ambiente del Comune di Taranto avv. Annalisa ADAMO che, accompagnata dal presidente della Delegazione FAI di Taranto Prof. Giacomo SCARFATO, è stata accolta dal Direttore del Centro Ospedaliero Militare, Capitano di Vascello Fiorenzo Fracasso che ha sottolineato l’impegno della Marina Militare alla salvaguardia dell’ambiente  ed alla valorizzazione di quanto utile allo sviluppo culturale della città, con percorsi condivisi ed in sinergia con l’Amministrazione Comunale. La visita ai luoghi, giardini e area archeologica, è stata arricchita anche da un tour virtuale con ausilio audio video curato dal Comando Marittimo Sud sui punti più nascosti dei giardini, difficilmente percorribili perché in attesa di recupero e manutenzione. Questa la motivazione che ha spinto il Comitato Promotore presieduto dalla dott.ssa Silvana CAGGIANO LECCESE a candidare questi magnifici luoghi  alla X^ edizione del concorso “I LUOGHI DEL CUORE FAI 2020”, il censimento dei luoghi italiani da non dimenticare del Fondo Ambiente Italia che quest’anno vuole premiare anche “i luoghi storici della salute” con una classifica speciale, vero obiettivo di questa candidatura, tenuto conto del valore che nel tempo l’Ospedale Militare di Taranto ha rappresentato per tutta la comunità anche nazionale e per la storia della Marina Militare e della sua Sanità.

Vincere non è difficile considerata l’attuale 4^ posizione nella classifica speciale e la Marina Militare vuole continuare, sulla scia del successo del Castello Aragonese di Taranto, ad investire sui beni di cui è custode, proteggendoli e valorizzandoli per farli conoscere al pubblico in un percorso culturale e green molto affascinante. Il concorso si concluderà il prossimo 15 dicembre e fino ad allora si potrà votare con le seguenti modalità:

https://www.fondoambiente.it/luoghi/giardini-ospedale-militare?ldc , registrarsi su MY FAI e votare, con successiva conferma da parte del FAI;

attraverso il proprio profilo di Facebook;

#giardinoospedalemilitareluogodelcuore

con accesso diretto al link attraverso il QR code con il proprio cellulare:

 

Condividi
Avatar

Valentina D'Amuri

Laureata in Progettazione e Gestione Formativa nell'era digitale, consegue il Master di II livello in Studi Strategici e Sicurezza Internazionale in concomitanza con il Corso Normale di Stato Maggiore della Marina Militare. Instructional Designer, collabora alla produzione di diversi progetti in ambito civile e militare. "Non chi comincia ma quel che persevera"

Lascia un commento