Raccolto falcidiato dalla grandine. Mazzarano: “Si riconosca la calamità naturale”

Condividi

“La nostra agricoltura ha visto distrutto il raccolto di un anno, ora bisogna contare i danni provocati dalla grandinata che si è abbattuta sul versante occidentale della provincia jonica”. Il Consigliere regionale del Pd, Michele Mazzarano, interviene a  poche ore dall’ennesima calamità che metterà a dura prova l’agricoltura jonica.
“Chicchi di grandine del diametro di 5 centimetri hanno danneggiato le colture locali, essenzialmente vigneti, oliveti, agrumeti ed ortaggi. La Regione e i Comuni – continua Mazzarano –  devono agire tempestivamente per avviare l’iter previsto per il riconoscimento della calamità naturale. Gli agricoltori, che lavorano duramente un lungo anno, devono essere aiutati attraverso un indennizzo”.
“È indispensabile attivarsi, e farlo subito, per aiutare un comparto già in grande difficoltà anche per le conseguenze determinate dall’emergenza sanitaria Covid-19”.
 

Condividi

Redazione Oraquadra

La redazione.

Lascia un commento