USB Op. Portuali: “Tornano i container nel porto di Taranto”

Condividi

“In qualità di Coordinamento Op. Portuali USB, apprendiamo con compiacimento che, dopo cinque anni di inattività, a partire dalla data odierna il terminal container di Taranto riprende la sua attività.
In collaborazione con la società San Cataldo Container Terminal, nuovo concessionario del Molo Polisettoriale e CM­A-CGM TURMED, Ylport attiva un servizio feeder che toccherà il porto di Taranto, ex Evergreen-Taranto Container Terminal.
Considerate le difficoltà sul traffico marittimo determinate dalla pandemia, con conseguente ritardo e posticipo della partenza del Molo Polisettoriale, l’ormeggio della prima nave è un importante segnale di ripartenza per tutto il porto, ma in primis lo è per gli operatori portuali iscritti alla Taranto Port Workers Agency, che la società San Cataldo Container Terminal provvederà ad assumere gradualmente, partendo con l’impiego di circa 70 lavoratori, già assunti dalla stessa, per la suddetta riapertura.
Come organizzazione sindacale, restiamo in attesa di un riscontro relativamente ad una nostra richiesta, inviata al Presidente dell’ Autorità di Sistema Portuale del Mar Ionio, alla General Manager della San Cataldo Container Terminal e all’ A.U. della Taranto Port Workers Agency, mirata a conoscere gli sviluppi di questo piano transitorio emergenziale e la tempistica del piano industriale ed occupazionale legata al traffico e alla movimentazione dei volumi di container.
Ai restanti operatori portuali in elenco della TPWA servirebbe, in tal caso, ulteriore garanzia di continua copertura economica del 2021, con eventuale richiesta di proroga da parte del Governo, della retribuzione per le giornate di Indennità di Mancato Avviamento.
Inoltre, servirebbe apprendere quando partiranno i corsi di formazione e riqualificazione del personale, se seguiranno dei criteri legati al tipo di mansione per le prossime assunzioni.
In sintesi, è necessario conoscere maggiormente la situazione attuale per poter comprendere di conseguenza quale sarà quella futura.”

Coordinamento provinciale UsbCoord. Op. Portuali USB
Piero PRETE

Coord. Prov. USB Taranto
Francesco RIZZO

 

Condividi

Redazione Oraquadra

La redazione.

Lascia un commento