Yuri, giovane tarantino di 12 anni, crea la mascotte del MArTA

Condividi

TARANTO – Eccola, è lei: Martino, la mascotte del MArTA! La scelta non è stata semplice: tra i dieci finalisti la
commissione – presieduta dalla Direttrice del MArTA Eva Degl’Innocenti – ha valutato criteri di fattibilità,
creatività, attinenza, esecuzione e versatilità e il lavoro realizzato da Yuri, tarantino di 12 anni, ha
incontrato il maggior numero di consensi, anche su Facebook.

«L’idea del concorso per la creazione della mascotte del MArTA, rivolto a tutti i ragazzi fino a 18 anni, da
lanciare sotto forma di contest, è nata proprio durante il lockdown, un momento complesso per tutti
noi e soprattutto per i ragazzi. Abbiamo voluto – dichiara la Direttrice del MArTA Eva Degl’Innocenti creare un dialogo ancora più empatico con i ragazzi chiedendo loro di creare la mascotte del museo.
Siamo stati piacevolmente inondati dai capolavori di tantissimi giovani artisti, in maggioranza del
territorio. I giovani sono il fulcro della “comunità di eredità” e del futuro del nostro patrimonio
culturale; dopo il periodo difficile del lockdown, la mascotte è simbolo importante di rinascita e di
ricostruzione.»

I ragazzi sono stati invitati alla sfida più artistica che ci sia: diventare i disegnatori della
mascotte ufficiale del .
Dopo la pubblicazione on-line del regolamento del concorso sui canali del Museo Archeologico
Nazionale di Taranto il 22 aprile 2020, sono pervenute via e-mail, secondo la procedura prevista, 282
opere. Di queste opere la commissione ne ha selezionate 10, sulla base del punteggio maggiore
ottenuto, che sono state ammesse alla seconda fase che si è conclusa con la vittoria della mascotte di
Yuri.
A Yuri sarà consegnato il diploma speciale accanto al cratere da cui il suo disegno ha tratto ispirazione.
Numerosi sono stati i bambini e i ragazzi che hanno preso parte al contest: dietro ogni disegno ci sono
storie bellissime che hanno emozionato tutti. Per questo il MArTA vuole valorizzare i lavori dei ragazzi,
non soltanto in modalità virtuale: infatti, al museo a breve saranno esposti tutti i disegni realizzati.


Dal 2011 oraquadra, propone un’informazione onesta, corretta, puntuale e gratuita.

Sostenete ORAQUADRA e la libertà di informazione


 

Condividi
Redazione Oraquadra

Redazione Oraquadra

La redazione.

Lascia un commento