Digital innovation hub, l’amministrazione Melucci chiede la collaborazione del “Fondo Innovazione” di Cdp

Condividi

Primo confronto tra il sindaco di Taranto Rinaldo Melucci e la presidente del “Fondo Innovazione” di Cassa Depositi e Prestiti Francesca Bria.

La spinta verso innovazione e transizione, racchiusa nel piano “Ecosistema Taranto”, è la chiave con la quale l’amministrazione Melucci ha chiesto la collaborazione della costola di Cdp, nata per accelerare la crescita del sistema del venture capital italiano e portarlo, per dimensioni dei capitali investiti e per la numerosità e qualità degli operatori presenti, al livello dei migliori paesi europei.

L’interesse del fondo Cdp verso il percorso che sta compiendo Taranto è emerso subito, contestualmente a quello per il ruolo di “digital innovation hub” che la città è destinata ad assumere nell’immediato futuro. D’altronde, il “Fondo Innovazione” mira a velocizzare la crescita di asset strategici come il porto, cui è legato il settore dello ship tech che coinvolge PMI innovative.

«Taranto è centrale nelle prospettive di investimento del Governo – le parole del sindaco -, contestualmente abbiamo l’urgenza di finalizzare queste risorse verso la radicale trasformazione del tessuto produttivo, creando presupposti per attrarre investitori. Con la dottoressa Bria abbiamo trovato un’intesa di massima, considerando che il fondo mira a sostenere investimenti trasformativi che riducano fratture e disuguaglianze economiche e sociali. Da questo rapporto ci aspettiamo, più che risorse, l’accrescimento delle nostre competenze, la creazione di know-how, la nascita di progetti innovativi».

Comune e fondo si aggiorneranno presto per entrare nel merito operativo della collaborazione, un tavolo di lavoro che coinvolgerà certamente tutti i livelli governativi impegnati per Taranto.

 

Condividi

Valentina D'Amuri

Laureata in Progettazione e Gestione Formativa nell'era digitale, consegue il Master di II livello in Studi Strategici e Sicurezza Internazionale in concomitanza con il Corso Normale di Stato Maggiore della Marina Militare. Instructional Designer, collabora alla produzione di diversi progetti in ambito civile e militare. "Non chi comincia ma quel che persevera"

Lascia un commento