Cara Restinco, Fitto: “La fuga, prevedibile, doveva e poteva essere evitata, a rischio salute dei pugliesi”

Condividi

Quello che avevamo denunciato si è puntualmente verificato: una ventina di tunisini sono tuttora ricercati dopo la fuga di questa mattina di oltre 30 fuggitivi dal Cara di Restinco a Brindisi, fra loro anche un positivo al Covid. Il rischio che accadesse era sotto gli occhi di tutti, una bomba sociale e sanitaria che doveva e poteva essere contenuta con misure che evidentemente il Governo non ha saputo mettere in atto.

Il rischio di mettere a repentaglio la salute dei pugliesi in un momento, per altro, delicatissimo, quale quello della ripresa del turismo, è altissimo.

Nei giorni scorsi il ministro Speranza invitava a un maggior rispetto delle norme di sicurezza anti-Covid, alle quali noi tutti ci stiamo sottoponendo con scrupolo, nell’interesse della salute di tutti. Ma come si concilia tutto questo con quanto sta accadendo in Puglia?

 

Condividi

Valentina D'Amuri

Laureata in Progettazione e Gestione Formativa nell'era digitale, consegue il Master di II livello in Studi Strategici e Sicurezza Internazionale in concomitanza con il Corso Normale di Stato Maggiore della Marina Militare. Instructional Designer, collabora alla produzione di diversi progetti in ambito civile e militare. "Non chi comincia ma quel che persevera"

Lascia un commento