Doppia preferenza, Abaterusso: “Scritta una ignobile brutta pagina di politica per colpa della destra ostruzionista”

Condividi

Quella di ieri sarebbe potuta, anzi dovuta, essere una giornata storica per la Puglia. Invece quella che è stata scritta è una ignobile brutta pagina politica.

L’ostruzionismo messo in atto dalle opposizioni di destre, con Fratelli d’Italia in testa, che ha presentato quasi 2000 emendamenti e portato avanti una resistenza animata dal solo gusto di far chiasso e distogliere l’attenzione dal reale obiettivo, ha impedito al Consiglio regionale di licenziare una legge di democrazia come quella dell’introduzione della doppia preferenza di genere sulla cui necessità di approvazione avevo posto l’attenzione sin dall’inizio della legislatura presentando, già nell’agosto 2015, una proposta di legge in materia che per ben 11 volte è stata ascritta all’odg della VII Commissione ed è stata a lungo l’unica e sola depositata.

Ci saremmo aspettati maggiore responsabilità e un confronto franco e costruttivo, al termine del quale arrivare al voto e all’unanimità su una legge che avrebbe dovuto rendere effettivo il diritto di tutti i cittadini e di tutte le cittadine pugliesi di avere totale pari opportunità nell’accedere alle cariche elettive, come prevede la legge nazionale e la nostra Costituzione. Invece a vincere è stato l’opportunismo, l’ipocrisia e i giochetti politici che hanno svelato il vero volto delle opposizioni che hanno chiuso le porte della politica regionale in faccia alle donne e reso vani tutti gli appelli e le azioni portate avanti in queste settimane dalla maggioranza.

Il Governo centrale adesso ha il dovere di intervenire. A fine legislatura però resta il rammarico per non essere riusciti dare alla Puglia una legge elettorale all’altezza della sua storia e dei suoi cittadini. Una norma di civiltà che non meritava di essere rimandata.

Lecce, 29 luglio 2020                                                  Ernesto Abaterusso

                                                 Consigliere regionale Senso Civico – Un nuovo Ulivo per la Puglia

 

Condividi

Valentina D'Amuri

Laureata in Progettazione e Gestione Formativa nell'era digitale, consegue il Master di II livello in Studi Strategici e Sicurezza Internazionale in concomitanza con il Corso Normale di Stato Maggiore della Marina Militare. Instructional Designer, collabora alla produzione di diversi progetti in ambito civile e militare. "Non chi comincia ma quel che persevera"

Lascia un commento