La magia della ” Notte delle chitarre”

Condividi

Nella suggestiva cornice, vero fiore all’occhiello della città dei due mari, la Piazza d’Armi dell’imponente Castello Aragonese, si è svolta l’attesa esibizione di talentuosi artisti.

Musica, ballo e voce sin sono fusi per dare vita sotto un cielo stellato ad una splendida “ Notte delle chitarre”.

Mercoledì 29 luglio Taranto col suo Ateneo della Chitarra e delle Arti ha regalato momenti di gradevole intensità ai numerosi fruitori convenuti in occasione della XXV edizione.

La serata voluta fortemente dal Comune di Taranto, rappresentato dall’assessore allo sviluppo economico Fabrizio Manzulli. ha visto il coinvolgimento del comando marittimo Sud della MM rappresentato  dal Capitano di Vascello Massimo Pitarra.

Partners dell’evento sono stati anche il Conservatorio della musica G. Paisiello, l’organizzazione Palio di Taranto ed il Castello spagnolo, famosa location per eventi speciali.

Adriana Venturi e Massimo Brandimarte, conduttori della serata, si sono rivelati veri e propri professionisti nel riuscire a coinvolgere il numeroso pubblico.

Gli ingredienti per la riuscita di un’ esibizione di gran pregio sono stati sicuramente la musica di qualità guidata da due prestigiosi chitarristi Juan Lorenzo, il più grande chitarrista di flamenco in campo nazionale ed internazionale ed il M° Pino Forresu anch’egli esperto di musiche spagnole e direttore artistico dell’Ateneo delle Chitarra e delle arti di Taranto.

I giovani talentuosi chitarristi, Antonia Sibio, Emilano Liti ed il trio “ Chitartarentum” formato da Giovanna Delfino, Dario Rizzo, Alessandro Chiarelli, hanno dato il meglio di sé eseguendo numerosi brani.

La musica flamenca per nutrirsi ha avuto l’apporto della voce suadente e singolare di Nicla Altomare e della sinuosa ed elegante danza a suon di nacchere della ballerina e coreografa russa Ana Sinelchikova.

Ester Lucchese


Dal 2011 oraquadra, propone un’informazione onesta, corretta, puntuale e gratuita.

Sostenete ORAQUADRA e la libertà di informazione


 

Condividi

Lascia un commento