Comunicato in difesa dell’Ospedale San Marco di Grottaglie, ed ecco il grande risveglio elettorale

Condividi

GROTTAGLIE (Ta) – Noi del Comitato in difesa dell’Ospedale San Marco di Grottaglie, sempre attenti alle dinamiche Politiche Sociali del territorio della provincia jonica tutta, in questo periodo seguiamo con molta attenzione e interesse, le dichiarazioni rilasciate da tutti i candidati che aspirano a sedersi su una delle poltrone del Consiglio regionale.

Con sommo piacere abbiamo notato che la maggior parte dei candidati ha inserito la sanità al primo posto tra le note dolenti dell’amministrazione pugliese, pensando di agganciarsi così ad un carro vincente.

Paradossalmente, alcuni di questi aspiranti consiglieri, che in 10 anni di lotta del Comitato per il nostro nosocomio, non hanno mostrato interesse alcuno per la causa, oggi ne parlano come se fosse una delle loro preoccupazioni principali.

Ben venga per noi cotanto interesse, sempre richiesto, accompagnato però da uno studio approfondito della tematica e delle problematiche, nonché da un programma definito, attuabile e concretamente fattibile che riguardi non solo la zona Ionica ma l’intera regione pugliese ormai dilaniata dall’amministrazione Emiliano nonché dagli esecutori materiali, cioè i vari direttori generali. Non dimentichiamo le promesse del direttore generale Stefano Rossi al Comitato e alla popolazione Ionica tutta.

I cittadini non dimenticano l’assenza è la noncuranza dell’attuale Presidente Michele Emiliano, non dimenticano il suo scellerato piano di riordino e non dimenticano i numerosi inviti al confronto mai presi in considerazione dal governatore. È bene che lo stesso sappia che i pugliesi hanno perfetta contezza del suo vergognoso operato. Inutile entrare nel nostro paese, fingendo rammarico e lasciando la situazione del San Marco invariata. La stessa candidatura del virologo Pierluigi Lopalco risulta completamente inutile  dal momento che  la grave pandemia  ha colpito meno la provincia Jonica  grazie alla grande responsabilità dei suoi cittadini e non per merito delle figure politiche tutte e di chi è a capo della ASL di Taranto. Il Governatore è invitato dal Comitato a fare incetta di voti tra chi ha beneficiato di assessorati e di poltrone in generale. Caro Presidente, Lei sapeva bene che questo momento sarebbe arrivato, avrebbe dovuto lavorare molto tempo prima. Alla nostra Amministrazione comunale rimproveriamo la mancata difesa del nostro nosocomio, evidentemente accompagnata da qualche tipo di ritorno, anche di natura economica.

Detto ciò, cari candidati, il comitato vi invita a presentare dei programmi seri e che possiate ragionevolmente attuare per il bene della vostra Regione e dei vostri concittadini.

Deludente il discorso di una candidata, che ha fatto proprie parole e intere frasi dei comunicati del Comitato e mai è stata vista lottare al fianco dello stesso.

Sappiate che il Comitato, essendo apartitico, sosterrà coloro che effettivamente si impegneranno per il rispetto del diritto alla salute e per il cambiamento positivo della sanità pugliese  pubblica tutta e non avrà remore a palesare l’inadeguatezza di alcune candidature. Ricordate che la politica non si fa buttando fango sull’operato altrui e sulla vita personale degli altri. Siate Uomini e Donne di politica onesti perché la Puglia ha bisogno solo di questo.

Comitato in difesa dell’Ospedale San Marco di Grottaglie 


Dal 2011 oraquadra, propone un’informazione onesta, corretta, puntuale e gratuita.

Sostenete ORAQUADRA e la libertà di informazione


 

Condividi
Redazione Oraquadra

Redazione Oraquadra

La redazione.

Lascia un commento