Una nuova discarica a Manduria. Morgante: «Michele Emiliano vuole trasformarla nella pattumiera della Puglia»

Condividi

La dichiarazione del candidato al Consiglio Regionale della Puglia Luigi Morgante in merito alla scelta di Emiliano di dare l’ok per lo spostamento di un impianto di trattamento rifiuti da trentamila tonnellate da Pulsano a Manduria

BARI – «Michele Emiliano vuole trasformare Manduria nella pattumiera della Puglia. La città è già sede di una discarica e di un impianto di compostaggio ma il presidente della Regione pur di accontentare l’assessore Mino Borraccino sceglie di spostare il nuovo impianto da Pulsano a Manduria. Una sensibilità ambientale del presidente che si traduce nello scaricare tutti i rifiuti in un unico posto, scegliendo a seconda delle simpatie o delle antipatie dell’esponente politico di turno che lo rappresenta. È un comportamento inaccettabile. Manduria ha già subito la riduzione del suo ospedale dove ormai si contano pochissimi servizi.
Penso alla fatica impiegata per la nostra terra, all’ottenimento di un finanziamento regionale per la bonifica della discarica Li Cicci, l’ecomostro costruito negli anni precedenti e per cui finalmente ho trovato un finanziamento per la messa in sicurezza e per la bonifica, uno degli obiettivi raggiunti in questa legislatura. Un impegno di cuore che si scontra con scelte scellerate come l’ultima di Emiliano e del suo assurdo ok per la discarica di Manduria».

Luigi Morgante


Dal 2011 oraquadra, propone un’informazione onesta, corretta, puntuale e gratuita.

Sostenete ORAQUADRA e la libertà di informazione


 

Condividi
Redazione Oraquadra

Redazione Oraquadra

La redazione.

Lascia un commento