APERTAMENTE. Regionali Puglia 2020: Michele Emiliano sacrifica Gianni Azzaro per Michele Mazzarano di Davide De Fazio

Condividi

Per rendersi conto di come in basso sia caduto politicamente il PD jonico, basti pensare alla scelta di candidare alle prossime Regionali, nella lista del PD, un personaggio politico nei confronti del quale la Procura della Repubblica di Taranto ha emesso un decreto di citazione diretta a giudizio per corruzione elettorale, invece di sostenere la candidatura di un uomo perbene, qual è il consigliere provinciale e comunale Gianni Azzaro, per altro un finanziere che da tantissimi anni è presente nella vita politica tarantina e che ha mosso i suoi passi sempre sulla strada della legalità e della trasparenza.
Dobbiamo, inoltre, considerare che a volere fortemente la candidatura del consigliere regionale uscente Michele Mazzarano, sacrificando di fatto il consigliere Gianni Azzaro, è stato Michele Emiliano che, oltre ad essere il Presidente della Regione Puglia, è soprattutto un magistrato al quale è affidato il compito di far rispettare e applicare il diritto vigente dello Stato.
Sinceramente, se fossi stato al posto di Gianni Azzaro, ma chiaramente ognuno è libero di fare le sue scelte, non avrei accettato il contentino offertomi dal Partito Democratico di ricoprire il ruolo di segretario cittadino di Taranto, ma sarei uscito sbattendo la porta alle mie spalle.
Certe scelte politiche di Michele Emiliano, dal mio punto di vista, sono inaccettabili e inammissibili, perché mortificano nella fattispecie chi si è impegnato fortemente per la crescita del proprio Partito, con abnegazione e spirito di sacrificio.
Un ennesimo motivo questo che dovrebbe far comprendere ai tarantini come votare Michele Emiliano, alle prossime elezioni regionali, sia senz’altro un gravissimo sbaglio.
Davide De Fazio
Associato Social Media APS

Dal 2011 oraquadra, propone un’informazione onesta, corretta, puntuale e gratuita.

Sostenete ORAQUADRA e la libertà di informazione


 

Condividi
Avatar

Valentina D'Amuri

Laureata in Progettazione e Gestione Formativa nell'era digitale, consegue il Master di II livello in Studi Strategici e Sicurezza Internazionale in concomitanza con il Corso Normale di Stato Maggiore della Marina Militare. Instructional Designer, collabora alla produzione di diversi progetti in ambito civile e militare. "Non chi comincia ma quel che persevera"

Lascia un commento