Impianto di compostaggio a Manduria, botta e risposta Borraccino Franzoso

Condividi

“Non c’è peggior sordo di chi non vuol sentire! – Cosi scrive in un comunicato l’assessore Borraccino rivolto alla Franzoso – nel pieno di una vera e propria crisi di nervi da campagna elettorale, torna ad occuparsi dell’impianto di compostaggio di Manduria, e, al netto delle consuete offese personali riservate al sottoscritto che nulla hanno di politico (ma, come si sa, “ciascun dal proprio cuor, l’altrui misura”), ricostruisce la vicenda continuando ad omettere un elemento di fondamentale importanza: la localizzazione di quell’impianto ricadrà nella stessa area dove, grazie alle scelte compiute nel 2002 dal Commissario per l’emergenza rifiuti dell’epoca, Raffaele Fitto, già insiste un impianto per il Trattamento Meccanico Biologico dei rifiuti, con annessa discarica. E mentre lei, in quegli anni, come candidamente riconosce, era una semplice studentessa del tutto inconsapevole di quello che stava succedendo sul territorio (eppure avrebbe potuto chiedere al suo compianto papà, che sedeva nella Giunta di Raffaele Fitto, condividendone tutte le decisioni), il sottoscritto era un giovane consigliere di Pulsano che combatteva nelle istituzioni contro quelle scelte. Quindi la consigliera Franzoso, ridestatasi dal sonno di questi anni a poche settimane dalle elezioni, farebbe meglio ad approfondire quello di cui parla altrimenti continuerà a dimostrare quella inconsistenza politica per cui si è distinta in questi anni e che nessuna offesa personale rivolta al sottoscritto potrà riscattare. “

Mino Borraccino

Assessore allo sviluppo economico

Regione Puglia


Dal 2011 oraquadra, propone un’informazione onesta, corretta, puntuale e gratuita.

Sostenete ORAQUADRA e la libertà di informazione


 

Condividi
Redazione Oraquadra

Redazione Oraquadra

La redazione.

Lascia un commento