Giro di vite per i festeggiamenti dei matrimoni: nuova ordinanza di Emiliano

Condividi

Come accadde per le ordinanze di giugno anche ora Emiliano segue a ruota Musumeci seppur con alcune differenze.

PH @raffaelevestito

In data 12 agosto il Governatore della Regione Puglia ha emanato l’ordinanza n.336 in vigore immediatamente e sino a nuovo provvedimento.

Vediamo insieme quali sono le novità.

In precedenza non vi era l’obbligo di indossare la mascherina nei luoghi all’aperto: da oggi invece vige l’obbligo di utilizzarla nel caso in cui non sia possibile rispettare la distanza di 1 metro. Tale obbligo afferisce ovviamente alla sfera personale di ognuno, questo sta a significare che ogni soggetto è responsabile nel caso in cui sia trovato senza.

Viene anche precisato che nelle occasioni di ballo, anche in luogo aperto andrà indossata la mascherina laddove non sia possibile rispettare la distanza di 2 metri.

Nella precedente ordinanza quella che era una semplice facoltà è diventata un obbligo: gli esercenti dei locali (location dei matrimoni ndr) dovranno obbligatoriamente misurare la temperatura ad ogni ospite impedendo l’ingresso a coloro i quali avranno una temperatura maggiore di 37,5 gradi.

Resteranno confermate tutte le altre disposizioni previste nelle Linee Guida Regionali adottate con ordinanza n.283/2020.

Piccolo appunto: forse si stava un po’ procedendo con leggerezza, negli ultimi giorni abbiamo assistito a festeggiamenti in cui non venivano rispettate al 100% le regole imposte. Esiste la possibilità, soprattutto in Puglia, di festeggiare il giorno più bello con qualche accorgimento in più che di fatto non comporta tutto questo grande stravolgimento.

Le spose 2020 stanno combattendo ed hanno combattuto tantissimo per coronare, nonostante tutto, il loro sogno. Cerchiamo di essere tutti un po’ più responsabili e sicuramente potremo lasciarci alle spalle questo brutto sogno.

Wedding lawyer e planner
 

Condividi

Lascia un commento