Polignano a mare… la magia di una passeggiata

Condividi

Sostare per una gradevole passeggiata fra i vicoli di Polignano a mare è quanto di più emozionante si possa fare in una calda giornata di fine agosto. Si raggiunge a piedi agevolmente il centro storico che è un pullulare di gente, per lo più turisti, muniti di mascherine e ben distanziati, entusiasti di visitare un luogo caratteristico e suggestivo. Scorci di indicibile bellezza consegnano all’estro dei residenti l’abilità di addobbarli ed abbellirli con svariati oggettini di artigianato locale. Non mancano ad impreziosire le balconate fiori variopinti e piante di ogni specie. Singolari appaiono quegli angoli nascosti dalle balconate sparse per la cittadina da cui si intravedono coraggiosi ed aitanti giovani intenti a tuffarsi nelle acque di un mare come un cielo “blu dipinto di blu”così come sembra riecheggiare il famoso ritornello della canzone del grande Domenico Modugno, nato in questo magico posto. Le stradine si percorrono festosi avvolti da un turbinio di emozioni e si giunge nella Piazza dell’ Orologio vicino alla chiesa di Santa Maria Assunta.

Attraverso il lungomare Ardito e Cristoforo Colombo è ubicato il museo d’arte contemporanea “Pino Pascali”, noto artista/ fotografo pugliese. All’interno dell’edificio si può visitare una mostra sponsorizzata dalla Regione Puglia che ospita uno dei sette artisti posti a guardia di sei torri contemporanee, avamposti delle sei provincie della Puglia: Vieste, Trani, Polignano a mare, Brindisi, Tricase porto e Taranto. Il progetto in realtà è “un’unica grande collettiva che è essa stessa un viaggio, un’esplorazione del lungo e straordinario paesaggio pugliese”che tende a valorizzare i borghi marinari e le torri costiere.

Ester Lucchese


Dal 2011 oraquadra, propone un’informazione onesta, corretta, puntuale e gratuita.

Sostenete ORAQUADRA e la libertà di informazione


 

Condividi

Lascia un commento