Grottaglie, droga in uno “studio di registrazione”, denunciati due gemelli

Condividi

Da giorni il personale del Commissariato di Grottaglie  aveva posto l’attenzione alla residenza di due gemelli di 29 anni che già in passato erano stati dediti allo spaccio di sostanze stupefacenti.

Numerosi erano i giovani che a tutte le ore del giorno facevano rapide visite al loro domicilio per poi andar via in tutta fretta.

Convinti che i due avessero ripreso l’illecita attività , i poliziotti hanno deciso di intervenire procedendo ad una perquisizione domiciliare.

Nel corso del controllo a conferma di quanto sospettato, gli agenti hanno rinvenuto in una stanza adibita a “studio di registrazione” tra la strumentazione tecnologica anche cinque barattoli in vetro contenenti diverse quantità di marijuana  per un totale di circa 70 grammi, e tutto il necessario per il confezionamento in dosi della stessa sostanza stupefacente.

Proseguendo nel controllo, esteso poi anche all’auto di proprietà di uno dei due gemelli, un Audi Q3,  gli agenti hanno ritrovato sotto  uno dei sedili una scatola di cartone con 18.000 euro in contanti in banconote da 50 euro.

Dopo quanto recuperato i due fratelli sono stati accompagnati negli uffici del Commissariato e denunciati in stato di libertà per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. La marijuana è stata posta sotto sequestro, mentre sui contanti ritrovati in auto sono in corso accertamenti per accertarne la provenienza presumibilmente illecita.

 

Condividi

Valentina D'Amuri

Laureata in Progettazione e Gestione Formativa nell'era digitale, consegue il Master di II livello in Studi Strategici e Sicurezza Internazionale in concomitanza con il Corso Normale di Stato Maggiore della Marina Militare. Instructional Designer, collabora alla produzione di diversi progetti in ambito civile e militare. "Non chi comincia ma quel che persevera"

Lascia un commento