Il successo di “ArmoniE nei Chiostri” in Città Vecchia

Condividi

Club per l’UNESCO di Taranto, Associazione Marco Motolese, Associazione ArmoniE, Associazione Artava di Armando Blasi e APS Social Media insieme per riaffermare nel Centro storico le direttive dell’Agenda 2030 ONU

Si è conclusa con uno straordinario successo la rassegna musicale “ArmoniE nei Chiostri …Musica per scoprire le Bellezze di Taranto”.

Particolarmente apprezzata dal pubblico è stata, infatti, la innovativa formula che ha unito visite guidate e concerti di musica da camera nelle cornici antiche e di pregio architettonico dei Chiostri della Città vecchia di Taranto: il Palazzo Arcivescovile e il Chiostro del MuDi – Museo Diocesano di Arte Sacra. Con questo progetto si è voluto utilizzare l’arte musicale, paesaggistica e architettonica con l’obiettivo di divulgare la conoscenza degli stili musicali e il patrimonio artistico architettonico della nostra Taranto.

Un successo conseguito da diverse realtà del volontariato e terzo settore che, quando si uniscono mettendosi in rete, riescono a raggiungere risultati eccezionali.

L’Associazione ArmoniE, capofila del progetto, con la direzione artistica di Palma di Gaetano, oltre al sostegno del Comune di Taranto, al patrocinio morale dell’Assessore all’Industria Turistica e Culturale – Gestione e Valorizzazione dei Beni Culturali della Regione Puglia (concesso con disposizione n. SP6/0000205/2020), ha infatti visto al suo fianco la preziosa partnership di realtà associazionistiche come Associazione Artava di Armando Blasi, SocialMedia APS, oraquadra.com– giornale on line di Lilli D’Amicis e la valida collaborazione del Club per l’UNESCO di Taranto e della Ass. Marco Motolese guidate dalla prof Carmen Galluzzo Motolese.

Soddisfazione da parte della musicista Palma di Gaetano: «è stato emozionante portare la bellezza della musica, declinata in diverse stili, in queste location storiche nell’Isola in cui ci sono le origini di Taranto, uno stimolo a continuare nella nostra opera di divulgazione dell’arte».

Le ha fatto eco Carmen Galluzzo Motolese che ha detto «da anni lavoriamo sul territorio per la conoscenza e la salvaguardia dei nostri beni culturali seguendo le direttive dell’Agenda 2030: questa esperienza di rete con altre associazioni ci ha permesso di far conoscere a un pubblico variegato splendide location, come il Palazzo Arcivescovile e il Chiostro del MuDi, unendo la loro incomparabile bellezza all’armonia della musica».

Armando Blasi, presidente di Artava, ha infine dichiarato: «il nostro è un progetto che portiamo avanti da anni in Città vecchia a Taranto, con una serie di iniziative culturali nate con lo scopo della rivalutazione delle tradizioni artigianali, culturali e storiche. Siamo stati lieti di accogliere la proposta dell’Associazione Armonie che ci ha permesso di portare tanta gente a “vivere” alcuni chiostri del nostro Centro storico».

La rassegna musicale “ArmoniE nei Chiostri …Musica per scoprire le Bellezze di Taranto” ha compreso diversi concerti in chiostri della Città vecchia di Taranto, l’ultimo dei quali è stato (giovedì 3 settembre) “La voce romantica” con il duo Ilaria Iaquinta (soprano) e Giacomo Serra (pianoforte) che ha visto, tra il numeroso pubblico, anche la dottoressa Bina Santella, presidente del Tribunale per i Minorenni di Taranto che ha sede proprio nell’Isola. (foto di copertina)

 

 

Condividi

Redazione Oraquadra

La redazione.

Lascia un commento