MediTa Festival della Cultura mediterranea 24/25/26 Settembre

Condividi

AMII STEWART, SERGIO BERNAL, ACHILLE LAURO  Accompagnati dall’ORCHESTRA DELLA MAGNA GRECIA
Amii Stewart
Sergio Bernal

MediTa, Festival della Cultura mediterranea in Taranto. Tre grandi eventi promossi dal Comune di Taranto per tre grandi progetti e per chiudere in bellezza l’estate tarantina: Amii Stewart, Achille Lauro e il ballerino Sergio Bernal. Conferenza stampa nel Salone degli Specchi, presenti il vicesindaco, Fabiano Marti; il direttore artistico dell’Orchestra Magna Grecia, Piero Romano; il direttore generale di Programma Sviluppo, Silvio Busico.
“Siamo ormai la Città dei Festival – ha dichiarato il vicesindaco, Fabiano Marti – nelle diverse programmazioni promosse dall’Amministrazione comunale, a cominciare dal sindaco, Rinaldo Melucci, posso dire senza tema di smentita, ci abbiamo messo l’anima; un sentito ringraziamento va rivolto alle varie organizzazioni che hanno sostenuto le numerose iniziative del Comune di Taranto messe in campo in questi mesi, a partire da metà giugno con “Dove eravamo rimasti”; proprio in quell’occasione siamo ripartiti con l’Orchestra della Magna Grecia, che in occasione dei tre eventi in programma avrà un ruolo centrale; chiudiamo con il botto, una rassegna di nomi di statura internazionale che ci auguriamo di poter ripetere tutti gli anni”.

Achille Lauro
Silvio Busico

“MediTa Festival – ha ribadito il direttore artistico dell’Orchestra Magna Grecia, Piero Romano – nasce dalla splendida serata con la quale abbiamo ripreso i “lavori”: primi in Italia, dopo il lockdown, a mettere insieme un’orchestra di settanta elementi che si è esibita in una delle più affascinanti location cittadine: la Rotonda del Lungomare; con l’Amministrazione comunale, a quel punto, abbiamo pensato a chiudere in bellezza l’estate tarantina con una rassegna straordinaria; il MediTa sarà l’occasione per lanciare un messaggio fortissimo a livello nazionale e, perché no, a livello internazionale: la grande energia che questa Amministrazione sta profondendo per il nostro territorio”.
“Mai come quest’anno – ha detto il direttore generale di Programma Sviluppo, Silvio Busico – e, in particolare questa estate, dal lockdown in poi, la città di Taranto si è spesa con grande impegno producendo eventi, manifestazioni, alcune delle quali anche di livello internazionale, come nel caso del MediTa; non appena il vicesindaco, Marti, mi ha illustrato l’intero progetto, gli ho manifestato massima collaborazione insieme con l’istituto che rappresento; è una mia impressione, ma da esperto e osservatore delle attività cittadine, ma non avevo mai visto una città così dinamica, pertanto a questa Amministrazione va tutta la mia sincera riconoscenza”.
Ruolo decisamente importante quello svolto da quanti hanno voluto affiancare il MediTa. “Siamo lieti di sostenere una manifestazione di tale portata nel cuore di Taranto – ha dichiarato a tale proposito, il presidente della BCC San Marzano, Emanuele Di Palma – tanto che il MediTa Festival non può che rientrare in un percorso, ormai consolidato da anni, che la Banca ha intrapreso per la valorizzazione delle eccellenze del territorio in ambito culturale. Per questa ragione abbiamo deciso di legare il Festival ad un premio che possa sintetizzare il nostro impegno costante nella cultura e nel sociale”.
Tre artisti di statura internazionale, si diceva, per una rassegna straordinaria che sarà ospitata in una location suggestiva: la Rotonda del Lungomare Vittorio Emanuele III di Taranto. Un panorama di rara bellezza che l’Amministrazione comunale con il sindaco Rinaldo Melucci e il vicesindaco Fabiano Marti, con delega alla Cultura, hanno voluto impegnare all’interno di una programmazione estiva senza precedenti dopo il successo registrato con il primo evento nazionale post-lockdown: “Dove eravamo rimasti” (Al Bano, Renzo Rubino, Gianluca Terranova, l’Orchestra della Magna Grecia) promosso dalla reti nazionali Rai e Mediaset e programmato in diretta dalle più importanti emittenti regionali. Partner istituzionali della manifestazione, Regione Puglia e MiBACT.
Tre gli appuntamenti con il MediTa, Festival della Cultura mediterranea, progetto a cura del Comune di Taranto e  dell’Orchestra della Magna Grecia, con la direzione artistica del maestro Piero Romano: Amii Stewart in “Dear Ennio!”, dirige il maestro Roberto Molinelli, giovedì 24 settembre alle 21.00 (ingresso 25, 20 euro); Sergio Bernal balla il Bolero di Ravel, dirige il maestro Roberto Gianòla, sabato settembre alle 21.00 (ingresso 20, 15 euro); Achille Lauro & Orchestra della Magna Grecia, versione sinfonica dei successi del cantautore in anteprima assoluta, dirige il maestro Piero Romano, sabato 26 settembre alle 21.00 (ingresso 35, 30 euro).
Primo appuntamento, con Amii Stewart giovedì 24 settembre alle 21.00, Rotonda del Lungomare Vittorio Emanuele III con “Dear Ennio!”. Le indimenticabili colonne sonore della nostra vita, un

Ennio Morricone

omaggio al maestro Ennio Morricone con la voce inconfondibile della grande Amii Stewart con l’Orchestra della Magna Grecia diretta dal maestro Roberto Molinelli. A seguire, venerdì 25 settembre alle 21.00 con “Sergio Bernal balla il Bolero di Ravel”. Bernal danza sin da giovanissimo con diverse compagnie e con grandi artisti internazionali, come Aída Gomez, Antonio Najarro, Carlos Saura, oltre che con il Nuevo Ballet Español.
Terzo e ultimo appuntamento con il MediTa, sabato 26 settembre alle 21.00. Protagonista Achille Lauro, identità inconfondibile, uno dei personaggi più interessanti del panorama italiano. Da protagonista del mondo street-urban è diventato in poco tempo un’icona della musica, dello spettacolo e della moda. Ama stupire con i suoi alter-ego iconici e a Taranto per il MediTa  presenta in anteprima nazionale il suo progetto musicale in versione sinfonica con l’Orchestra della Magna Grecia diretta dal maestro Piero Romano.
Infine, l’Orchestra che accompagnerà i tre artisti ospiti del MediTa, il Festival della Cultura mediterranea. Nata nel 1993, l’Orchestra della Magna Grecia è uno dei principali punti di riferimento dei musicisti del Mezzogiorno. E’ una realtà importantissima per il Sud d’Italia, per l’altissimo numero di produzioni svolto negli anni ed offerta ad un territorio sempre interessato a proposte dall’alto contenuto culturale. L’ICO Magna Grecia, oggi svolge un ruolo di rappresentanza della cultura e della promozione turistica nel territorio mediante la circuitazione di grandi progetti musicali.
Ha collaborato con i più grandi direttori e solisti contemporanei nei diversi generi musicali. Fra i direttori: Nanut, Gutter, Agiman, Batiz, Stiefel, Kalmar, Zuccarini, Houtmann, Mariozzi, Nowak, Samale, Balan, Kantorov, Ventura, Bacalov, Piovano, Gelmetti. Fra i solisti: Martinucci, Bruson, Vernikov, Maggio Ormezowsky, Maisky, Lupo, Ciccolini, Solenghi, Stewart, Warwick, Lattanzi, Canino, Bloch, Dalla, Ruggiero, Riondino, Ughi, Gavrilov, Devia, Chan, Milva, Al Bano, Gualazzi, Capossela, Paoli, Porter, Ashkenazy, Zimmermann, Bellucci, Noa, Dee Dee Bridgewater, Arbore, Autieri, Valentini Terrani, Kabaivanska. Sponsor della rassegna, BCC San Marzano di San Giuseppe, Programma Sviluppo; partner, Five Motors, Comes Group, Fondazione Taranto 25.
Biglietti e info ( www.orchestramagnagrecia.it): Orchestra della Magna Grecia, via Tirrenia 4 (099.7304422) e via Giovinazzi 28 (392.9199935). I biglietti per assistere agli eventi in programma al Medita potranno essere acquistati anche  online sulla piattaforma eventbrite

 

Condividi

Redazione Oraquadra

La redazione.

Lascia un commento