Parte il cantiere delle piste ciclabili, Melucci: «Promessa mantenuta»

Condividi

Le prime tracce della rivoluzione nella mobilità cittadina targata amministrazione Melucci sono state disegnate questa mattina sulla Rotonda del Lungomare.
Il sindaco Rinaldo Melucci ha partecipato all’avvio del cantiere per la realizzazione del primo stralcio della rete di piste ciclabili che coprirà l’intero territorio cittadino. L’amministrazione comunale, infatti, è destinataria di due linee di finanziamento per questo obiettivo: una regionale da 800mila euro, grazie a un bando che ha visto Taranto prima classificata; una nazionale da poco meno di 1 milione di euro, garantita dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti.
Questo primo intervento prevede un’infrastrutturazione leggera, per realizzare il collegamento tra il Ponte Girevole e le piste ciclabili già esistenti di viale Magna Grecia e viale Ionio (quest’ultima destinataria di un sostanziale intervento di riqualificazione). Poi si proseguirà con la chiusura del circuito all’interno dell’area centrale della città e i collegamenti alle zone periferiche e alle relative reti ciclabili di quartiere, come indicato nel Piano della Ciclabilità, che è una parte importante del nuovo Piano Generale del Traffico Urbano.
«Lo avevamo promesso – le parole del primo cittadino –, oggi avviamo questi lavori che nel giro di poche settimane renderanno Taranto una città ancor più vivibile. Dopo una dettagliata fase di studio, nella quale abbiamo analizzato circa 16mila percorsi casa-studio e casa-lavoro, dopo un confronto con le associazioni attive sui temi della mobilità, iniziamo finalmente a tracciare questo cambiamento. Ed è significativo che avvenga in questo momento, a un mese dal passaggio del Giro d’Italia dalla nostra città: ci faremo trovare pronti».

Dal 2011 oraquadra, propone un’informazione onesta, corretta, puntuale e gratuita.

Sostenete ORAQUADRA e la libertà di informazione


 

Condividi
Avatar

Valentina D'Amuri

Laureata in Progettazione e Gestione Formativa nell'era digitale, consegue il Master di II livello in Studi Strategici e Sicurezza Internazionale in concomitanza con il Corso Normale di Stato Maggiore della Marina Militare. Instructional Designer, collabora alla produzione di diversi progetti in ambito civile e militare. "Non chi comincia ma quel che persevera"

Lascia un commento