Nuovi pannelli dedicati al MarTA per le pensiline Kyma Mobilità

Condividi

Pensilina installata in via Oberdan, recante il pannello promozionale (e anche decorativo) del Museo Archeologico Nazionale di Taranto

TARANTO – Kyma Mobilità sta installando, dal versante interno delle pensiline in corrispondenza delle fermate degli autobus, nuovi pannelli per l’affissione di manifesti; questi vanno ad aggiungersi a quelli che raffigurano alcuni dei più importanti reperti del Museo Archeologico Nazionale di Taranto MArTA.

L’assessore comunale alla Società Partecipate, Paolo Castronovi, ha spiegato che «in questa prima fase Kyma Mobilità ha affisso manifesti con i logo di importanti iniziative dell’Amministrazione comunale per aumentare il senso di appartenenza dei cittadini, come i Giochi del Mediterraneo 2026, o “Taranto Capitale di Mare”, o “Taranto Candidata Capitale della Cultura Italiana 2022”; a breve, inoltre, saranno installate anche mappe della città con le linee degli autobus di Kyma Mobilità».

 

Le nuove pensiline alle fermate degli autobus di Kyma Mobilità, la cui installazione prosegue in tutti i quartieri della città, rientrano in un ampio programma di riqualificazione dell’arredo urbano varato dall’Amministrazione guidata dal Sindaco Rinaldo Melucci.

Si tratta di oltre centinaio di pensiline in grado di garantire un elevato comfort agli utenti dei pullman, grazie a una comoda seduta metallica e un’adeguata protezione dal sole e dalle intemperie; oltre all’indicazione della strada in cui sono ubicate, le pensiline dispongono anche di tre cestini per la raccolta differenziata dei rifiuti.

Il cronoprogramma di Kyma Mobilità – già avviato dallo scorso dicembre – prevede che le nuove pensiline vadano man mano a integrare quelle già presenti sul territorio, anche sostituendo quelle ormai usurate dal tempo e, purtroppo, quelle gravemente danneggiate da atti vandalici e irrecuperabili.

Plaudendo questa nuova iniziativa che contribuisce a donare un aspetto nuovo, gradevole e un concreto conforto ai viaggiatori, ci auguriamo che tali pensiline vengano installate non solo nei punti più in vista della città, ma siano equamente distribuiti nel tessuto urbano, perché anche le periferie possano sentirsi considerate e non abbandonate a se stesse, come spesso accade nei centri urbani vasti. La percezione che ogni punto di Taranto sia “centro” cioè meritevole di bellezza e attenzioni, passa anche da quest piccoli ma significativi segnali. Auspichiamo, inoltre, che controlli sulle strade urbane siano intensificati anche nelle ore notturne, affinché episodi di vandalismo possano essere scoraggiati, e i cittadini si sentano più al sicuro. Le campagne di sensibilizzazione sono molto importanti, ma anche un effettivo controllo del territorio sono un gesto importante per la tutela di città e cittadini.

 

Condividi

Sabrina Del Piano

Archeologa preistorica, dottore di ricerca in geomorfologia e dinamica ambientale, esperta in analisi dei paesaggi. Operatore culturale, ideatrice di eventi culturali, editoriali ed artistici. Expert in prehistoric archaeology, geomorphology and landscapes analysis. Cultural operator and art events organizer

Lascia un commento