Pierfranco Bruni in prima linea nella lotta contro la diversità

Condividi

Pierfranco Bruni, candidato alla Presidenza della Regione Puglia per Fiamma Tricolore, nell’ambito dell’incontro “La Puglia delle differenze tutele e diritti” ha sottoscritto le richieste formulate dal coordinamento dei comitati Arcigay pugliesi ai candidati e alla candidata al governo regionale per le elezioni del 20 e 21 settembre 2020.

Le richieste hanno la finalità di migliorare la qualità di vita, contrastare le violenze e la marginalità, favorire l’inclusione delle cittadine e dei cittadini LGBTI della Regione Puglia e coinvolgono i vari ambiti: legislativo, salute, tutela della fragilità, diritti e tutele delle persone transgender, scuola e formazione, comunicazione.

“Sottoscrivo pienamente queste proposte che mirano al rispetto della propria individualità”, ha dichiarato Pierfranco Bruni firmando il documento di tutela dei diritti. “In tutte le nostre azioni politiche poniamo sempre al centro il senso dell’uomo, la sua identità, la sua salvaguardia al di là di ogni forma di pregiudizio. Con questa sottoscrizione mi impegno, qualora venissi eletto Presidente della Regione Puglia, a realizzare queste richieste e ogni tipo di proposta volta a contrastare atti di violenza e di marginalità a favore di una politica di inclusione di tutte le categorie sociali soggette a forme di pregiudizio. La diversità non è una condizione di fragilità bensì di individualità. Diventa fragilità in virtù del significato che si tende ad attribuire in relazione a un discorso di pregiudizio che deriva da scarsa conoscenza e chiusura mentale. Bisogna educare al rispetto delle ‘differenti’ individualità attraverso la conoscenza e una maggiore consapevolezza. Io sono per un pedagogismo culturale delle eterogeneità”.

 

Condividi

Redazione Oraquadra

La redazione.

Lascia un commento