Alla vigilia delle votazioni per l’elezione del Governatore e del consiglio regionale, in Puglia nulla è cambiato

Condividi

Solo fiumi di parole sulla Sanità, ormai cavallo di battaglia dei più, e sulla necessità di un’inversione totale di direzione, ma ad oggi, con rammarico, siamo ad evidenziare che la Asl di Taranto è ancora in emergenza sanitaria.

Necessitiamo di medici che purtroppo fuggono e si spostano in altre province… il San Marco di Grottaglie continua ad essere un contenitore vuoto, il San Cataldo è rimasto una promessa, le liste d’attesa sono lunghissime, la medicina territoriale è inesistente e si resta maglia nera per la spesa farmaceutica.

I cittadini e i pazienti hanno perso il proprio sacrosanto diritto alla cura e alla salute!

Tirando le somme, in questo percorso che ci vede in azione da tanti anni, abbiamo sempre potuto contare sulla coerente partecipazione dell’On. Ludovico Vico, di una parte del PD cittadino e della consigliera Francesca Franzoso del centrodestra che, da sponde differenti, danno da sempre un contributo alla causa dei più deboli e degli ultimi. Abbiamo invece perso strada facendo altri politici, ora Assessori, come Mino Borraccino, del quale ricordiamo solo l’uso che ha fatto del Comitato pur di sedersi su una poltrona comoda in Regione e le menzogne raccontate per salvare dalle proteste dei cittadini stanchi, Michele Emiliano e Stefano Rossi. Addirittura l’assessore Borraccino arrivò ad inventarsi ben 111 posti letto per il nostro San Marco, naturalmente mai visti. Parlò di ristrutturazione del San Marco e di 40 posti di riabilitazione. Ad oggi ce ne sono solo 9. Tutte promesse per continuare a mantenere calda la poltrona su cui si è seduto! Abbiamo completamente perso anche il nostro Primo Cittadino, nonché l’ex segretario provinciale del PD. Tutti questi signori, partendo dalle “scellerate scelte” di Emiliano gridate a gran voce ai cittadini di Grottaglie, hanno trovato il modo di “ricollocarsi” con cariche prestigiose, dimenticando l’impegno SALUTE con i cittadini e i pazienti.

Per questi politici le scelte di Michele Emiliano sono divenute all’improvviso virtuose.

Il Comitato in difesa dell’Ospedale San Marco, lungi dal restare a guardare inerte, ha incontrato in campagna elettorale i candidati alla presidenza della Regione che hanno voluto un confronto.

All’appello naturalmente mancava Michele Emiliano, il “sempre assente” che, pur sollecitato dai candidati consiglieri delle sue liste, ha evitato il dialogo e l’ascolto come ha sempre fatto.

A ognuno abbiamo ribadito la necessità di un piano alternativo sanitario che andava anticipato e confrontato con la base. Tutte le coalizioni politiche sono in ritardo!!! Non si può parlare di Sanità, utilizzata da tutti in campagna elettorale, senza una pianificazione e una programmazione.

Servono le competenze e non gli assessori in pectore senza soluzioni.

Premesso che il Comitato è sempre stato dichiaratamente contrario alla ricandidatura di Emiliano… figuriamoci ad una sua rielezione…a chiunque ALTRO vinca, noi ricordiamo che, il Comitato in difesa dell’Ospedale San Marco di Grottaglie continuerà la sua battaglia di giustizia e civiltà  sociale.

All’On. Raffaele Fitto, il quale ci ha dichiarato di “non fare promesse”, rispondiamo che il Comitato da sempre si confronta sui fatti, sulle proposte e sulle soluzioni, che aspettiamo con ansia. Abbiamo chiesto anche a lui un programma che al momento non è ancora arrivato.

Di promesse e di pinocchi come il Direttore dell’Asl di Taranto, Stefano Rossi, a Grottaglie, ne abbiamo le tasche piene.

Di certo, dopo tanti anni di battaglia per il San Marco, siamo qui a ricordare a tutti che il nostro Ospedale, come tanti altri Ospedali, è stato chiuso con il piano di riordino di Michele Emiliano. Grottaglie è stata penalizzata per una scelta meramente politica di Michele Emiliano.

Quindi, alla luce di ciò, quando sarete nella cabina elettorale, abbiate il coraggio di cambiare le cose e di mandare a casa colui/coloro che hanno calpestato il nostro diritto alla salute!

 

Comitato in difesa dell’Ospedale San Marco di Grottaglie


Dal 2011 oraquadra, propone un’informazione onesta, corretta, puntuale e gratuita.

Sostenete ORAQUADRA e la libertà di informazione


 

Condividi
Redazione Oraquadra

Redazione Oraquadra

La redazione.

Lascia un commento