SCUOLA: FLOP GPS

Condividi

Le scuole hanno aperto i propri battenti già da qualche giorno in alcune regioni italiane, tuttavia nella scuola italiana si lamenta la carenza di personale non ancora in servizio per supplire alle cattedre vuote. Quest’anno c’è stato un nuovo sistema di reclutamento, le Graduatorie Provinciali per le supplenze, che si sono rivelate da subito un vero e proprio flolp in quanto il sistema informatico è andato spesso in tilt per il calcolo del punteggio. Il nuovo sistema avrebbe dovuto sostituire le vecchie Graduatorie d’Istituto e chiamare i supplenti in maniera centralizzata e non più grazie ai singoli istituti.

Le Graduatorie Provinciali sono “liste uniche, una per ogni provincia, divise solo in due fasce tra abilitati e non”.

Il nuovo sistema che doveva portare trasparenza ed efficienza in questi giorni di fermento si sta mostrando poco credibile in quanto nel calcolo del punteggio sono presenti vistosi errori. Esse inoltre stanno generando, negli uffici scolastici provinciali, ansia, rabbia e superlavoro.

Le Graduatorie Provinciali dunque non stanno procedendo in modo veloce come aveva previsto il ministro, di conseguenza in cattedra ancora non ci sono tutti gli insegnanti ed a causa di errori del sistema si prevedono dei ricorsi amministrativi.Le GPS e la call veloce,che riguarda i posti che rimangono vacanti e disponibili atta a velocizzare l’immissione in ruolo, per i sindacati non solo non hanno aiutato il reclutamento, ma lo hanno affaticato. A Taranto e provincia intanto la quantità di errori da correggere ha fatto slittare le prime convocazioni. Alla vigilia delle elezioni nella scuola italiana c’è ancora confusione ed incertezza che sta portando ad un vero contenzioso. Il rientro fissato in Puglia per il 24 settembre si preannuncia di certo problematico.

Ester Lucchese

  • immagine tratta dal web

Dal 2011 oraquadra, propone un’informazione onesta, corretta, puntuale e gratuita.

Sostenete ORAQUADRA e la libertà di informazione


 

Condividi

Lascia un commento