Giovanna Donatelli, una giovane promessa della politica tarantina, alla sua prima candidatura con risultati incoraggianti: Non starò ferma a guardare!

Condividi

Inizio ringraziando gli elettori che hanno scritto il mio nome, coloro che mi hanno sostenuto e questo giornale per la considerazione post-elezioni che mi ha riservato, indicativa del fatto che sono comunque degna di poter fare la mia riflessione in merito a queste elezioni.

Sono fiera del mio risultato, seppur molto rammaricata dall’esito delle elezioni alla carica di Presidente, anche se su Grottaglie possiamo respirare una leggera aria di cambiamento, dovuta al rigetto per la politica regionale mortificante subita dal  nostro territorio negli ultimi cinque anni.
Sono convinta che  quei 760 voti alla mia prima candidatura  sia un buon risultato, ho 30 anni, non ho un nome che abbia la strada spianata nella politica grottagliese, ho affrontato  una campagna elettorale di circa un mese utilizzando pochi soldi, posso, per il momento, dirmi soddisfatta. La premessa di queste condizioni non vogliono essere una giustificazione, ma una concreta considerazione che faccia riflettere chi sostiene che alcuni candidati debbano riconsiderare la loro partecipazione politica sulla base dei voti presi per non mortificare gli altri “big”. La mia non è stata una mania di protagonismo, come lo dimostra il fatto che il mio cognome non è stato e non sarà ridondante in maniera ossessiva sul territorio.

La mia è voglia di partecipare attivamente, non riscontrando in nessun candidato, a prescindere dalla stima personale, l’orientamento e il modo di fare politica affine a quello che è il mio modo di vedere la politica. Sicuramente per rispetto verso me stessa e verso coloro che mi hanno sostenuto e continuano a farlo, seguirò attivamente la politica locale e regionale, portando il mio contributo quotidianamente.

L’amore per il mio territorio e la voglia di riscatto mi impediscono di stare ferma a guardare. Per ottenere dei risultati è necessario farsi conoscere sul territorio con un lungo lavoro, perseveranza, determinazione e soprattutto contando solo sulle mie forze e quelle di chi vorrà sostenermi.

 

Condividi

Redazione Oraquadra

La redazione.

Lascia un commento