Il rientro dei nostri ragazzi a scuola fa ben sperare un graduale ritorno alla normalità

Condividi

TARANTO – Ricordo bene la grande difficoltà mia, e di tantissimi genitori come me, quando ho dovuto spiegare ai miei tre bambini che da un giorno all’altro dovevano rinunciare ad andare a scuola, con tutto quello che una rinuncia simile rappresenta per ogni studente di ogni ordine e grado.

Ciascuno di noi conserva della scuola i ricordi più emozionanti, gli affetti più sinceri, i compagni di banco ad esempio.
Compagni di banco che quest’anno non ci saranno per rispettare le direttive ministeriali anti-Covid. Una precauzione, oltre alle mascherine, a tutela della salute dei nostri piccoli.
Il compagno di banco è una persona che ti sostiene e ti aiuta nel momento più difficile.
Quest’anno, cari ragazzi, non avrete un compagno di banco. Ma questo vuol dire che ognuno sarà il compagno dell’altro, tutti saremo idealmente i compagni di banco, perché dobbiamo sostenerci  a vicenda per superare questo momento difficile.
Sì, sarà un anno difficile, è inutile negarlo. Ma sono le difficoltà che ci rendono più forti, che ci fanno crescere. E noi tarantini lo sappiamo bene, perché nelle difficoltà sappiamo dare il meglio.
Buon anno scolastico.
Il Sindaco di Taranto
Rinaldo Melucci

Dal 2011 oraquadra, propone un’informazione onesta, corretta, puntuale e gratuita.

Sostenete ORAQUADRA e la libertà di informazione


 

Condividi
Redazione Oraquadra

Redazione Oraquadra

La redazione.

Lascia un commento