Massimo Serio (Art.Uno): Centro-Sinistra risponde bene anche a Taranto

Condividi

L’esito delle elezioni regionali della Puglia confermano la buona salute del Centro-Sinistra tarantino. Articolo Uno Taranto ringrazia tutti i circoli della provincia che hanno contribuito all’affermazione della coalizione del Presidente Emiliano.

Sentiamo di esprimere vicinanza ed estrema gratitudine al nostro Mino Borraccino, per il grande lavoro profuso in questi anni al servizio del territorio. Un’esperienza politica infaticabile che ha consentito a Taranto di avere un ruolo importante nell’ambito delle scelte politiche regionali. Un impegno che, nonostante le 6506 preferenze personali, con la lista di Senso Civico Nuovo Ulivo, al momento non ci vede ancora tra gli eletti al Consiglio regionale della Puglia, a causa di una difforme interpretazione della volontà degli elettori da parte del legislatore.

Siamo rammaricati, perché purtroppo ciò condiziona la democrazia, a causa della mancata rappresentanza della volontà di ben 70mila pugliesi.

Certi che emergerà giustizia, confermiamo il nostro impegno a proseguire questo straordinario percorso politico. In questo momento storico è importante essere presenti sui territori.

Adesso si apre una fase nuova di costruzione del Centro-Sinistra, ed Articolo Uno Taranto intende dare il suo significativo apporto propositivo.

Guardiamo con ammirazione al “modello Liguria” fondato su un’alleanza larga tra forze politiche progressiste. Partito Democratico e Articolo Uno, grazie al lavoro portato avanti dai loro massimi esponenti, i segretari nazionali, Zingaretti e Speranza, hanno dato il via ad un percorso unitario importante, da prendere da esempio per contrastare la montata imperante della destra.

Noi ci siamo con l’impegno di sempre!

Massimo Serio
Segretario provinciale Articolo Uno Taranto

Dal 2011 oraquadra, propone un’informazione onesta, corretta, puntuale e gratuita.

Sostenete ORAQUADRA e la libertà di informazione


 

Condividi
Redazione Oraquadra

Redazione Oraquadra

La redazione.

Lascia un commento