Precisazioni su presunto mancato rispetto di misure anti-Covid in ASL Taranto

Condividi

Rispetto a quanto diffuso dagli organi di stampa, circa presunti comportamenti contrari alle misure anti-Covid negli uffici dell’ASL Taranto, occorre ristabilire la realtà oggettiva dei fatti.

Venerdì 2 ottobre, alle 12.30, ho tenuto una riunione della task force covid nell’auditorium del Padiglione Vinci in via Bruno; la riunione è finita alle 14.15.

Successivamente sono rientrato negli uffici della Direzione Sanitaria, presso la sede centrale dell’ASL in viale Virgilio, e alcuni dipendenti, fuori dall’orario di servizio, mi hanno raggiunto nella mia stanza per gli auguri di compleanno, sempre indossando la mascherina, e hanno condiviso con me la pausa pranzo.

Si tratta di un numero esiguo di dipendenti e pertanto non vi è stato alcun assembramento, anche perché si sono avvicendati.

In seguito all’accertamento della mia positività al covid sono stati fatti i tamponi prevalentemente ai partecipanti alla riunione della task force e ai miei più stretti collaboratori.

Anche alla luce dell’indagine epidemiologia effettuata dal Dipartimento di Prevenzione, i contatti lavorativi, riferiti alle 48 ore precedenti alla positività, sono stati 25 e sono risultati tutti negativi al tampone.

Alcuni articoli pubblicati, confondendo la riunione delle 12.30 tenutasi al Padiglione Vinci e la successiva pausa pranzo di pochi minuti tenutasi nelle stanze della Direzione Sanitaria, hanno presentato in modo distorto gli accadimenti, a seguito dei quali – occorre ribadirlo – nessun dipendente della ASL è comunque risultato positivo al covid.

Dr. Vito Gregorio Colacicco

Direttore Sanitario ASL TA

 


Dal 2011 oraquadra, propone un’informazione onesta, corretta, puntuale e gratuita.

Sostenete ORAQUADRA e la libertà di informazione


 

Condividi
Redazione Oraquadra

Redazione Oraquadra

La redazione.

Lascia un commento