Grottaglie Consiglio comunale. Antonio Delli Santi, che è subentrato alcuni mesi al dimissionario Ciro Masciullo di Rigenerazione si sposta nel gruppo misto

Condividi

Dopo una attenta e profonda riflessione, in questi mesi da Consigliere comunale, ho maturato la decisione di uscire dal gruppo del movimento politico di Rigenerazione. Questo perché ritengo di non essermi mai sentito parte integrante di tale soggetto politico.

Per tale motivo mi iscrivo al gruppo misto dell’Assise comunale e mi riservo di valutare volta per volta i diversi provvedimenti che verranno discussi in questa aule.

Questo non vuol dire che abbandonerò il ruolo di maggioranza.

Ribadisco infatti che il mio impegno all’interno del Consiglio comunale sarà svolto in continuità con quello portato avanti fino ad oggi, nonostante le luci e le ombre dell’azione politica di questa Amministrazione, su cui per ragioni di tempo, essendo stato nominato Consigliere solo a marzo scorso, non sono riuscito ad incidere come volevo e come era mia intenzione quando mi sono candidato nel 2016.

Ci tengo a precisare che non ci sono mai stati problemi all’interno del gruppo, con la maggioranza in Consiglio o con il Sindaco stesso.

Anzi, colgo l’occasione per ribadire il mio sostegno all’attuale maggioranza fino alla fine del mandato, per tenere fede alla fiducia assegnatami dalle persone che mi hanno votato e che fanno riferimento al sottoscritto.

Seguirò da qui l’evoluzione del dibattito politico nel centro sinistra, gli sviluppi che si avranno per le amministrative del prossimo anno.

Nel Consiglio comunale esprimerò il massimo di apertura e collaborazione con  gli altri gruppi consiliari, sosterrò l’attività del Sindaco, della sua Giunta ed il varo di tutti i provvedimenti proposti nell’interesse della Città, affinché venga assicurata la buona governabilità di cui la nostra comunità ha estremo bisogno.

 

Antonio Delli Santi
Cnsigliere comunale Gruppo Misto

Dal 2011 oraquadra, propone un’informazione onesta, corretta, puntuale e gratuita.

Sostenete ORAQUADRA e la libertà di informazione


 

Condividi
Redazione Oraquadra

Redazione Oraquadra

La redazione.

Lascia un commento