Battista: Concorso Sanità Service qualcosa non torna, forse la Procura tarantina dovrebbe interessarsi alla vicenda

Condividi

La carenza di lavoro nella nostra città è un problema che viene da lontano e affligge decine di migliaia di giovani.

Tanto che, quando ci sono bandi pubblici, le domande di partecipazione sono nell’ordine delle centinaia, se non migliaia.

È il caso, ad esempio, del concorso bandito da Sanità Service per ausiliari/pulitori al quale avrebbero dovuto partecipare tantissimi concorrenti.

Scopro che, in sede di preselezione, circa il 50% dei candidati – ciascuno dei quali, vorrei ricordare, ha pagato una tassa di iscrizione al concorso di 5 euro – sono stati esclusi, perché ritenuti non idonei a partecipare al test di selezione.

Resto basito nel pensare che le decine di giovani tarantini che mi hanno contattato per denunciare un probabile abuso non siano nemmeno in grado di poter affrontare un test di questo genere.

Non esistono verbali di preselezione, non esistono notifiche di bocciatura della domanda. Desta sospetto anche la possibilità di implementare la domanda con titoli specifici, tutto questo a preselezione avvenuta.

Non vorrei che, ancora una volta, qualcuno venga ingiustamente penalizzato.

La campagna elettorale è ormai conclusa, non tutte le promesse fatte potranno essere mantenute.

Proprio per questo non escludo che nei prossimi giorni io possa rivolgermi alla Procura di Taranto per far luce su questa vicenda.

Massimo Battista
Consigliere comunale
di Taranto

Dal 2011 oraquadra, propone un’informazione onesta, corretta, puntuale e gratuita.

Sostenete ORAQUADRA e la libertà di informazione


 

Condividi
Redazione Oraquadra

Redazione Oraquadra

La redazione.

Lascia un commento