MediTech, 2 milioni di euro per Progetti di Innovazione, Ricerca industriale e sviluppo sperimentale basate sulle tecnologie 4.0

Condividi

Domani, 12 novembre, online, ore 16.00, presentazione del bando “MedITech 2020”. Favoriti, per il finanziamento, i progetti presentati da micro, piccole e medie imprese

 

BARI – Domani, 12 novembre, alle ore 16,00, on line, a cura del consorzio pubblico-privato, Meditech (Mediterranean Competence Centre 4 Innovation) si terrà un Webinar di presentazione del Bando “MedITech 2020” a sostegno di progetti di innovazione, ricerca industriale e sviluppo sperimentale orientati alle tecnologie di punta di Industria 4.0. Fa parte del Meditech il Politecnico di Bari in qualità di referente per la Puglia.

Con una dote di due milioni di euro, il bando “Meditech n.1 – 2020” intende, più precisamente, supportare progetti di innovazione, ricerca industriale e sviluppo sperimentale orientati alla sperimentazione, prototipazione e adozione di soluzioni tecnologiche e organizzative basate sulle Tecnologie Abilitanti Portanti ed Emergenti di Industria 4.0. con specifico riguardo alle linee tecnologiche prioritarie che caratterizzano i settori di interesse di MedITech. Queste sono: Aerospazio, Agrifood, Automotive, Edilizia civile, Energia, ICT & farmaceutica/assistenza sanitaria,  reti ferroviarie,  nautica ma anche soluzioni e tecnologie anti Covid- 19.

Possono partecipare al bando imprese, singolarmente o in partenariato attraverso Associazioni Temporanee di Imprese – ATI. È posta specifica attenzione alle micro, piccole e medie imprese, poiché, nel caso di partenariati, è necessario che il ruolo di capofila sia assunto da un’impresa che abbia tali caratteristiche. Mentre le Università e gli organismi di ricerca non possono essere beneficiari ma possono partecipare attraverso accordi di ricerca contrattuale con uno o più beneficiari.

I progetti di innovazione, ricerca industriale e sviluppo sperimentale che saranno presentati dalle imprese anche in collaborazione con le università, per essere ammessi al contributo erogato dal centro di competenza MedITech, devono contenere: un piano di intervento concreto, dettagliato in investimenti, costi operativi e tempi; una stima dei benefici economici per l’impresa in termini di riduzione di inefficienze, sprechi e costi, anche in termini di miglioramento della qualità dei processi e dei prodotti; un piano finanziario per la copertura dei costi del progetto. La scadenza del bando è il 7 dicembre 2020.

 

Nel corso della presentazione prevista sulla piattaforma “ZOOM”, saranno illustrate le strategie che si intendono adottare nei confronti del tessuto imprenditoriale delle Regioni Puglia e Campania. All’evento, parteciperà, in qualità di relatore del bando il prof. Pierpaolo Pontrandolfo del Politecnico di Bari. La presentazione potrà essere seguita attraverso il sito del Meditech: https://meditech4.com/webinar-di-presentazione-del-bando-meditech-2020-per-progetti-di-innovazione-in-tema-di-tecnologie-abilitanti-4-0/.

 

Che cos’è il MediTech – Il Centro di Competenza ad alta specializzazione MedITech (Consorzio MedITech – Mediterranean Competence Centre 4 Innovation) è istituito nelle Regioni Campania e Puglia nella forma di partenariato pubblico-privato in risposta agli indirizzi strategici del Bando del Ministero dello Sviluppo Economico (MISE) del 2018. MediTech è un consorzio costituito da 30 consorziati (8 università pubbliche e 22 imprese selezionate). Esso risponde all’obiettivo di promuovere la diffusione di strumenti di innovazione tecnologica con riferimento all’intero spettro delle Tecnologie Abilitanti I4.0, distinte in Tecnologie Portanti (Big Data, Cloud, IoT, Information security, Mobile, Big Data) e Tecnologie Emergenti (Advanced Machine Learning, Collaborative Robotics, Additive Manufacturing, Wearable Devices e interfacce avanzate, Virtual & Augmented Reality, Nanotecnologie e tecnologie dei materiali avanzati, Social e Blockchain).

I partners: le Università – Politecnico di Bari, Università di Bari “Aldo Moro”; Università del Salento (Puglia). Università di Napoli Federico II; Università di Salerno; Università della Campania “Luigi Vanvitelli”; Università del Sannio; Università di Napoli Parthenope (Campania).

Le aziende – Centro Studi Componenti per Veicoli SpA (Bosch); Exprivia SpA; GE AVIO Srl; Masmec SpA; Mer Mec SpA; Tecnologie Diesel SpA (Bosch); Acca Software SpA; Adler Plastic SpA; Ansaldo Sts SpA; Atitech SpA; Cetena SpA; Engineering  Ingegneria Informatica SpA; ENI SpA; Filippetti SpA; Heinz Italia SpA; Hitachi Rail Italy SpA; Integra Consorzio; Magnaghi Aeronautica SpA; Nestlè Italiana SpA; Rigoni di Asiago Srl; TIM SpA; Unilever Italia Manufacturing  Srl.

 

Condividi

Redazione Oraquadra

La redazione.

Lascia un commento