Compattatore fotovoltaico: raccolti altri 2000 chili di multimateriale, ma questa volta in soli tre giorni

Condividi

TARANTO – Fa registrare un altro record il compattatore fotovoltaico Kyma 4.0, posizionato nell’area dell’isola ecologica al quartiere Salinella. In soli tre giorni, uno in meno rispetto alla precedente analisi, sono stati conferiti oltre 2000 chili di multimateriale (carta, cartone, plastica, metallo), che confermano la bontà della scelta fatta da Kyma Ambiente e dall’amministrazione Melucci. Il compattatore fotovoltaico Kyma 4.0, prima esperienza di questo tipo a Taranto e nel Sud Italia, sta funzionando: inizialmente fu installato in Città Vecchia, per potenziare il servizio di raccolta differenziata ingegnerizzato; poi a Talsano, nell’area del mercato, e alla Salinella, sempre in zona mercato, per valutarne l’impatto con gli operatori del commercio.

Ma è nell’isola ecologica di via Golfo di Taranto che il compattatore fotovoltaico Kyma 4.0 ha fatto registrare risultati più che incoraggianti: il primo riscontro, infatti, è stato di 2000 chili di multimateriale raccolto in quattro giorni. Ora il risultato è ancora migliore.

«Siamo soddisfatti per questi numeri – ha commentato il presidente di Kyma Ambiente Giampiero Mancarelli -, perché si integrano a quelli della raccolta differenziata. Il multimateriale raccolto verrà selezionato nel nostro impianto Pasquinelli, il più grande della Puglia e totalmente di proprietà di Kyma Ambiente. Continuiamo a percorrere la strada della sperimentazione, della sostenibilità, così come indicato dal sindaco Rinaldo Melucci».

 

 

Condividi

Redazione Oraquadra

La redazione.

Lascia un commento