Porto, Casartigiani: «sì alla riconferma di Sergio Prete»

Condividi

Casartigiani Taranto chiede la riconferma di Sergio Prete alla guida dell’Autorità di Sistema Portuale del Mar Jonio. Il mandato è scaduto lo scorso 9 novembre ma il segretario provinciale Stefano Castronuovo auspica che venga rinnovata la sua nomina.
L’associazione degli artigiani ricorda infatti di avere in corso un confronto col presidente dell’Authority, per la corretta gestione del terminal e una migliore funzionalità del porto.
Stefano Castronuovo, anche in qualità di rappresentante dei trasportatori nell’organismo di Partenariato della risorsa Mare dell’autorità di sistema portuale del Mar Ionio ritiene «essenziale dare continuità al dialogo già avviato. Non dimentichiamo l’importante ruolo svolto da Prete per il rilancio del porto di Taranto con la concessione del Molo polisettoriale a Yilport Holding, né passa inosservato il suo impegno per lo sviluppo di un’intermodalità sostenibile».
Per Casartigiani, il territorio ha bisogno di una guida autorevole per portare a compimento tutte le progettualità nate e sviluppate durante gli anni del suo mandato. «Sono in cantiere importanti interventi infrastrutturali, tra cui la Zona Economica Speciale e nell’ambito del Contratto Istituzionale di Sviluppo di Taranto la riqualificazione della Banchina Torpediniere per farne punto di approdo turistico e crocieristico, la creazione di un laboratorio scientifico merceologico, l’investimento del gruppo Ferretti sull’area ex Yard Belleli. Interventi -aggiunge Castronuovo – che consentiranno una operatività completa allo scalo, anche in chiave turistica, oltre ad essere una grande opportunità per il territorio per creare posti di lavoro. Siamo certi che riconfermando Sergio Prete alla guida dell’Autority si potrà guardare al futuro del porto di Taranto con rinnovata fiducia, certi che saprà portare avanti le attività già poste in essere con convinzione e determinazione».

 

Condividi

Redazione Oraquadra

La redazione.

Lascia un commento