Caro Direttore ti scrivo. A Grottaglie e non solo, a molti cittadini manca il buon senso civico

Condividi

Quando vengono lavati  i balconi o  i terrazzi oppure le scale delle case e dei condomini c’è chi versa  l’acqua  sporca in strada. A  quando le sanzioni?

“In altre occasioni ho esercitato mio diritto di critica, in relazione  al comportamento, piuttosto anomalo, praticato dalle ditte di pulizie cittadine. – ci scrive un cittadino/lettore Giovanni Lacava –  Naturalmente, fatte  le dovute eccezioni, mi rincresce dover, ancora una volta, ricordare a questi  prestatori di servizi, che,  i luoghi in cui vanno a svolgere il loro servizio sono dotate di scarichi fognanti ( bagni ). Il residuo dei lavaggi , sia in esercizi pubblici, in ambulatori  medici, nei condomini, e in qualunque altra unità immobiliare essi esercitano il loro servizio, non va riversato sui marciapiedi o sulla strada, bensì negli scarichi dei siti oggetto delle pulizie.

Neppure le basi degli alberi cittadini sono il contenitore di acqua saponata e sporca, che inevitabilmente , tracimando, invadono il marciapiede, con il  relativo  imbrattamento del passaggio pedonale, fino a rendere  difficoltoso l’ingresso in auto intorno alla quale  l’acqua ristagna. Naturalmente, in altre occasioni ho riferito di questa malsana pratica  esercitata anche  dai  proprietari  in  corrispondenza delle  proprie  abitazioni  , ma purtroppo le cattive abitudini trovano origine sopratutto  da comportamenti già tenuti dai  rispettivi genitori e  non possono  sicuramente, essere cancellati con una semplice raccomandazione fatta sui social.

Allora se è  vero che REPETITA iuvant, con la presente raccomandazione vorrei raggiungere l’efficacia del “risultato”, appunto ripetendo la raccomandazione.

Giovanni Lacava

Cittadino di Grottaglie (Ta)


Dal 2011 oraquadra, propone un’informazione onesta, corretta, puntuale e gratuita.

Sostenete ORAQUADRA e la libertà di informazione


 

Condividi
Redazione Oraquadra

Redazione Oraquadra

La redazione.

Lascia un commento