L’amministrazione D’Alò cambia volto all’anfiteatro del zona 167 bis

Condividi

L’area è stata candidata all’avviso pubblico regionale per interventi di recupero e riqualificazione nell’ambito di insediamenti di edilizia residenziale pubblica.

L’ Amministrazione D’Alò ha candidato all’avviso pubblico della Regione Puglia (Determina Dirigenziale n.194 del 10/08/2020 Dipartimento mobilità, qualità urbana, opere pubbliche, ecologia e paesaggio-sezione Politiche Abitative Linea 2), il progetto che interessa gli interventi di riqualificazione delle aree pubbliche della “Zona 167 bis”.

Simulazione in foto rendering

Il masterplan è esteso all’intero sistema delle aree pubbliche dell’ambito urbano, ed è mirato al raggiungimento di un ambizioso macro-obiettivo: aumentare la qualità della vita degli abitanti nelle aree destinate ad ERP attraverso il potenziamento di infrastrutture e servizi.

L’importo totale delle risorse necessarie alla realizzazione degli interventi è di 670.000 euro di cui 500.000 euro è il contributo regionale richiesto e 170.000 euro fondi comunali.

LE AZIONI DEL PROGETTO

Ciro D’Alò e l’assessore Blasi

Azione 1zone 30 – riqualificazione del sistema viario attraverso realizzazione di percorsi a chicane e istituzione di sensi unici in modo da disincentivare l’utilizzo delle auto a favore di sviluppo di percorsi di mobilità ciclo-pedonale e all’incremento di spazi, isole con funzione pubblica.
Azione 2 common ground – riconfigurazione della nuova piazza alberata che ridisegna e ricuce un spazio urbano ad oggi frammentato quale la piazza Fago. Nel progetto presentato si prevede l’incremento delle superfici permeabili e a verde pubblico con il fine che possa divenire uno spazio di aggregazione sociale, con funzioni di parco urbano attrezzato anche a mezzo di una copertura in legno lamellare e tessuto per rappresentazioni/manifestazioni.
I temi della riqualificazione e della rigenerazione urbana sono al centro del nostro programma elettorale e non coinvolgono solo il centro storico. Una visione che ci sta permettendo di trasformare profondamente il volto della città. Sulla stessa scia si basa anche l’ultimo progetto presentato al finanziamento. Il quartiere della 167 bis richiede oggi importanti interventi di riqualificazione strutturale presentando anche difficoltà sociali dovute alla carenza di servizi, spazi verdi e centri di aggregazione. Allo stesso tempo l’area è già interessata da numerosi collegamenti infrastrutturali con il resto della città e per questo crediamo nel forte potenziale di sviluppo del quartiere.

 


Dal 2011 oraquadra, propone un’informazione onesta, corretta, puntuale e gratuita.

Sostenete ORAQUADRA e la libertà di informazione


 

Condividi
Redazione Oraquadra

Redazione Oraquadra

La redazione.

Lascia un commento