Riconversione ospedale di Martina Franca, FDI: L’assessore Lopalco venga a spiegare in consiglio comunale le motivazioni della decisione

Condividi

Di seguito la dichiarazione congiunta dei consiglieri comunali di Fratelli d’Italia di Martina Franca, Giulietta Marangi ed Eligio Pizzigallo.

“Lo scorso 20 novembre, grazie alla nostra formale richiesta di convocazione di un Consiglio comunale monotematico sulla situazione Covid a Martina Franca e l’annunciata riconversione del presidio ospedaliero cittadino, abbiamo ascoltato il direttore generale dell’ASL di Taranto, Stefano Rossi. Pur ringraziandolo della sua partecipazione, la sua relazione, almeno per noi, è stata in alcune parti lacunosa e la sua presenza non esaustiva in merito a chiarimenti di natura più strettamente politica.

Per tale ragione, con il consigliere regionale di Fratelli d’Italia Renato Perrini, abbiamo provveduto a inviare formale richiesta sia tramite gli uffici regionali che comunali, affinché venga invitato in Consiglio comunale a Martina Franca l’assessore regionale alla Sanità, Pierluigi Lopalco.

La non soddisfacente relazione del direttore generale della ASL di Taranto ha solo evidenziato ancor di più le gravi carenze tecniche rispetto alla riconversione dell’ospedale di Martina Franca. Se dunque sono legittimate da una decisione esclusivamente politica riteniamo doveroso che a venirne a relazionare dinanzi alla massima assise cittadina sia direttamente l’assessore regionale di riferimento”.

Giulietta Marangi ed Eligio Pizzigallo

 


Dal 2011 oraquadra, propone un’informazione onesta, corretta, puntuale e gratuita.

Sostenete ORAQUADRA e la libertà di informazione


 

Condividi
Avatar

Valentina D'Amuri

Laureata in Progettazione e Gestione Formativa nell'era digitale, consegue il Master di II livello in Studi Strategici e Sicurezza Internazionale in concomitanza con il Corso Normale di Stato Maggiore della Marina Militare. Instructional Designer, collabora alla produzione di diversi progetti in ambito civile e militare. "Non chi comincia ma quel che persevera"

Lascia un commento