Al MArTA tutto pronto per la Notte Europea dei Ricercatori

Condividi

Mancano poche ore alla Notte Europea dei Ricercatori che si svolgerà venerdì 27 novembre prossimo in contemporanea in molti dei luoghi di ricerca e cultura di tutto il vecchio continente.

Il Museo Archeologico Nazionale di Taranto sarà protagonista, e si prepara all’evento scaldando i motori dietro le quinte di una realtà che, ancor prima del lockdown e della pandemia, aveva già predisposto tutti gli strumenti utili ad aprirsi al mondo anche in modalità digitale e high-tech.

Così il programma del 27 (replicato anche sulla piattaforma regionale dell’evento e sulla pagina Facebook e canale YouTube del Museo Archeologico Nazionale di Taranto) è l’occasione, per il più importante Museo pugliese, di raccontare la nascita di un grande stargate tra passato e futuro.

Il virtuale, i bit, la rete sono stati corredati di anima – dice Eva Degl’Innocenti, la direttrice del Museo Archeologico Nazionale di Taranto che il 27 novembre a partire dalle 11.30 presenterà le novità di fruizione digitale e tecnologica del MArTA.

L’anima del Museo è la storia che custodisce, preserva, condivide e trasmette alle generazioni future – dice – ma anche il valore che quel patrimonio è in grado di attivare nell’interazione e nel dialogo con i vari territori e le varie comunità, quelle fisiche e quelle virtuali. Sia quelle che non conoscevano il MArTA che quelle che hanno imparato ad amarlo nella sua continua evoluzione di archeologia al futuro e punto di riferimento di educazione e ricerca della cultura mediterranea.

Nella conferenza stampa, la direttrice Eva Degl’Innocenti lancerà ufficialmente il tour virtuale in 3D del museo tarantino che apre per la prima volta alla fruizione attraverso il web la totalità delle collezioni custodite nel MArTA.

Una esperienza immersiva, interattiva e personalizzabile, che condurrà passo passo negli oltre 6.000 metri quadrati del Museo in un viaggio nel tempo di oltre ventimila anni.

Si tratta di un tour che posiziona il MArTA di Taranto tra i musei più all’avanguardia del mondo con una vetrina mondiale che mette a disposizione dell’utenza l’intero suo patrimonio – commenta la direttrice – tutto mentre continuiamo a riprogrammare la futura riapertura delle nostre porte e a cooptare ambasciatori del MArTA nel mondo attraverso la call to action #ilMartasonoio.

Nella conferenza stampa di venerdì 27 novembre, a tal proposito, la direttrice Eva Degl’Innocenti presenterà ufficialmente anche il progetto pilota nazionale che il MArTA ha realizzato con Infratel Italia e la start-up To Be srl, che consente ai visitatori in presenza, attraverso l’utilizzo della tecnologia Li-Fi e quindi tramite onde luminose, la ricezione di contenuti multimediali interattivi collegati alle opere del museo.

Giochi, video, contenuti fotografici, realtà aumentata, associati ai reperti più identificativi del MArTA, come l’Atleta di Taranto, gli ori o lo Zeus di Ugento, sono lo sforzo ulteriore del Museo tarantino di rendere ancora più coinvolgente la visita e parlare così anche alle nuove generazioni.

Il programma della giornata del 27 novembre si arricchisce inoltre alle ore 18.00 di un importante Webinar sui “Musei High-Tech” in cui i direttori di alcuni dei musei più importanti italiani (Martina Bagnoli delle Gallerie Estensi, Paolo Giulierini del MANN di Napoli, Christian Greco del Museo Egizio di Torino), insieme alla direttrice Eva Degl’Innocenti, colloquieranno con i Sottosegretari di Stato On.le Anna Laura Orrico (MiBACT), On.le Mirella Liuzzi (Ministero dello Sviluppo Economico) e Sen. Mario Turco (Presidenza del Consiglio dei Ministri), con l’AD di Infratel Italia Avv. Marco Bellezza, con Francesco Paolo Russo CEO di To Be srl, con il Presidente di ANGI Gabriele Ferrieri e con l’archeologa ed esperta di comunicazione culturale digitale Elisa Bonacini. Modererà Mila Fiordalisi, direttore di CorCom.

Il programma della no-stop prevede alle ore 10.00 e alle ore 15.30 dirette con il laboratorio MArTA Lab, alle ore 13.30 la finestra su “Tesori Mai Visti” dei depositi del Museo che saranno svelati al grande pubblico, alle ore 19.30 sarà la volta delle curiosità e delle domande che il pubblico potrà rivolgere sempre in diretta Facebook e YouTube agli archeologi del MArTA attraverso una rubrica chiamata “A cena con l’archeologo”. Alle ore 21.30 andrà on-line il “Museo dietro le quinte”, e alle ore 22.00 i tecnici del MArTA Lab animeranno un laboratorio di modellazione 3D adatto al pubblico dai 10 anni in su.

 

Condividi

Valentina D'Amuri

Laureata in Progettazione e Gestione Formativa nell'era digitale, consegue il Master di II livello in Studi Strategici e Sicurezza Internazionale in concomitanza con il Corso Normale di Stato Maggiore della Marina Militare. Instructional Designer, collabora alla produzione di diversi progetti in ambito civile e militare. "Non chi comincia ma quel che persevera"

Lascia un commento