Palagianello: Studio3A, che assiste i familiari, vuole fare piena luce sull’incidente costato la vita a GIUSEPPE FARAVELLI

Condividi

Il legale ha depositato in Procura a Taranto la nomina del noto consulente tecnico
per ricostruire la dinamica del sinistro per il quale è indagato un 31enne pakistano

Studio3A, che assiste i familiari di Giuseppe Faravelli unitamente all’avv. Aldo Maria Fornari, del Foro di Bari, intende fare piena luce sul tragico incidente stradale di cui è rimasto vittima l’ottantenne palagianellese il 10 novembre scorso sulla Provinciale 27, la strada che collega Palagianello a Mottola. L’avvocato Fornari martedì 24 novembre 2020 ha depositato presso la Procura di Taranto la nomina dell’ing. Maurizio Scudella quale consulente tecnico di parte per la famiglia della vittima messo a disposizione da Studio3A, affinché l’esperto, oltre allo stato dei luoghi, possa visionare i mezzi coinvolti, posti sotto sequestro, e tutta la documentazione, quando sarà disponibile, per ricostruire la dinamica e le cause del sinistro, sul quale il Pubblico Ministero, dott.ssa Lucia Isceri, ha aperto un procedimento penale per il reato di omicidio stradale iscrivendo nel registro degli indagati l’automobilista che ha causato lo scontroS. Z., un trentunenne di nazionalità pakistana residente in zona, che a sua volta ha riportato serie ferite ma che si è salvato.

Quel giorno, poco dopo le 7.30 del mattino, Faravelli stava percorrendo la Sp 27 in direzione Mottola alla guida della sua Fiat Punto e procedeva tranquillamente per la sua strada quando all’improvviso, in zona Parco Casale Nord, all’uscita da una curva, S. Z., che sopraggiungeva nella direzione contraria, ha completamente perso il controllo della sua Citroen Picassoinvadendo la corsia opposta e scontrandosi frontalmente con la vettura del pensionato, che ha avuto l’unica colpa di trovarsi al posto sbagliato nel momento sbagliato.

Un impatto terribile: la Punto è stata proiettata fuori strada, nella banchina che costeggia la pineta, e si è ribaltata più volte. L’anziano, pur indossando regolarmente le cinture di sicurezza, non ha avuto scampo: i sanitari del Suem, accorsi in ambulanza da Castellaneta e Mottola, dopo che i vigili del fuoco lo hanno estratto da ciò che restava della sua macchina, non hanno potuto che constatarne il decesso. Sul posto sono intervenuti per i rilievi i carabinieri di Palagianello e Castellaneta con il supporto della polizia locale di Palagianello per la gestione del traffico.

La moglie, i tre figli e i nipoti dell’ottantenne, per capire come sia potuto succedere un incidente del genere e per ottenere giustizia, attraverso l’area manager Luigi Cisonna si sono affidati a Studio3A-Valore S.p.A., società specializzata a livello nazionale nel risarcimento danni e nella tutela dei diritti dei cittadini, in collaborazione con l’avv. Fornari, che si sono subito attivati per dare risposte ai loro assistiti avvalendosi del prezioso contributo di un consulente tecnico di grande esperienza in campo forense qual è l’ing. Scudella.

 

 

Condividi

Valentina D'Amuri

Laureata in Progettazione e Gestione Formativa nell'era digitale, consegue il Master di II livello in Studi Strategici e Sicurezza Internazionale in concomitanza con il Corso Normale di Stato Maggiore della Marina Militare. Instructional Designer, collabora alla produzione di diversi progetti in ambito civile e militare. "Non chi comincia ma quel che persevera"

Lascia un commento