La finale dello “Smartphone d’Oro” si svolgerà online il 3 dicembre 2020

Condividi

Oscar dell’informazione digitale: candidato anche il “Galilei-Costa-Scarambone”

In competizione ministeri, regioni, province, comuni, università, ospedali e asl. L’istituto di Lecce è forse l’unica scuola con oltre 25 anni di presenza digitale

 Anche l’Istituto “Galilei-Costa-Scarambone” di Lecce è stato selezionato tra le 63 Amministrazioni Pubbliche che il 3 dicembre prossimo si contenderanno lo “Smartphone d’Oro“, vale a dire gli Oscar italiani dedicati alla comunicazione e all’informazione pubblica nel settore del digitale. L’evento, organizzato online dall’Associazione PA Social, vedrà l’assegnazione del prestigioso riconoscimento attraverso il coinvolgimento di una giuria scientifica, il voto popolare e il voto dei soci a colpi di app e canali social pubblici. 

 

Il percorso di candidatura è partito lo scorso aprile e si è chiuso il 24 novembre. Tra le candidature spicca anche quella del Ministero per lo Sviluppo Economico, insieme a Regioni, Province, Comuni, Università e altri enti. L’istituto pugliese è probabilmente l’unica scuola italiana ad essere stata selezionata.

 

A favore della candidatura della scuola pugliese hanno probabilmente giocato gli oltre 25 anni di storia e presenza sul web, dapprima semplicemente attraverso il sito e successivamente anche attraverso i social network, insieme alla ricca e costante operazione di comunicazione digitale attraverso l’invio di comunicati stampa via e-mail.

 

«Lo Smartphone d’Oro è un’ulteriore occasione per dare un riconoscimento per il grande lavoro che svolgono ogni giorno a tante buone pratiche in tutta Italia di comunicazione e informazione digitale delle pubbliche amministrazioni, delle aziende pubbliche e delle utilities. – spiega Francesco Di Costanzo, presidente di PA Social – Si tratta di centinaia di professionisti impegnati ogni giorno ad offrire ai cittadini comunicazione, informazione, servizi, dialogo e interazione di qualità e che si sono trovati a svolgere un importante ruolo di supporto e riferimento nel pieno dell’emergenza. Sono arrivate candidature da tutto il Paese, da enti nazionali e locali, scuole, università, comuni, regioni, ministeri, città metropolitane, aziende sanitarie e ospedali, camere di commercio, aziende e strutture del trasporto, mobilità, edilizia residenziale, energia, acqua, ambiente, alimentare, centri per l’innovazione, le infrastrutture digitali e la formazione, enti dello spettacolo, parchi, strutture per la ricostruzione dei territori e uffici internazionali. Un segnale di grande vitalità e voglia di mettersi in campo. La strada è ancora lunga, lo sappiamo, ma siamo anche consapevoli che esiste una grande comunità di professionisti straordinari pronta a sostenere la svolta digitale del nostro settore pubblico».

 

Richiamando alla sempre più necessaria “svolta digitale” del Paese, l’iniziativa punta anche al riconoscimento di temi specifici come quelli rappresentanti dalla sanità, dall’ambiente, dal turismo, dalla cultura, dai servizi pubblici ed enti locali, dall’istruzione e dalla ricerca, dalla gestione emergenze ed eventi ed ai video più social”. 

 

L’evento di premiazione sarà trasmesso in diretta sui canali Facebook, YouTube, LinkedIn di PA Social.

 


Dal 2011 oraquadra, propone un’informazione onesta, corretta, puntuale e gratuita.

Sostenete ORAQUADRA e la libertà di informazione


 

Condividi
Redazione Oraquadra

Redazione Oraquadra

La redazione.

Lascia un commento