“We Are in Puglia premia Pulsano, ma i problemi permangono”. Le considerazioni del consigliere Angelo Di Lena.

Condividi

L’amministrazione comunale di Pulsano ha deciso di aderire al progetto dell’Unione dei comuni terre del mare e del sole di organizzare visite guidate organizzate dalla Agenzia Regionale del turismo.

Questo il pensiero del consigliere Angelo Di Lena :
“Il riconoscimento di questo progetto per Pulsano come città turistica d’arte è un inizio. Certo Mi sarei aspettato dalla maggioranza un coinvolgimento ,visto che siedo ai banchi dell’Unione dei comuni e che ricopro un ruolo di controllo proprio nella commissione cultura e turismo.
La maggioranza ha cominciato a predicare inizialmente che siamo città turistica d’arte, cosa che dicevo da anni, ma l’arte, come ho detto sempre, va maggiormente valorizzata e promossa , e non con video sponsorizzati da altri enti per far conoscere le bellezze del nostro territorio o con cartelli – già arrugginiti con la scritta Pulsano città turistica .
Siamo, quindi, non ad un punto di arrivo, ma ad un punto di partenza per il rilancio.
La verità  – sottolinea il consigliere – è che, per rinascere,  l’intera comunità deve avere nuovi traguardi nel cammino turistico.
La mia paura è che incassando prima ufficialmente la denominazione di città turistica d’arte, e poi con questi video propagandistici Pulsano possa cullarsi sugli allori, laddove lo scopo è ridare un impulso determinante al settore ed all’intera industria.
Malgrado il risultato, infatti,  la verità è che nonostante ci sia un brand identificativo del nostro territorio , non ci sono stati molti risultati da parte dell’amministrazione comunale sulla valorizzazione turistico culturale delle nostre bellezze, ma si è pensato più che altro a fare propagande pubblicitarie del nostro territorio a pagamento con spot pubblicitari e videoclip tra l’altro sfruttando risorse umane del servizio civile che avrebbero dovuto occuparsi di altro.
Occorre fare di più per rafforzare la cultura pulsanese coinvolgendo non solo enti esterni , ma soprattutto la politica locale, gli imprenditori, i cittadini e i tecnici del posto.
Considerato il periodo di emergenza che stiamo attraversando mi auguro che questo risultato possa rappresentare una nuova linfa per l’amministrazione, ma occorre che questa faccia di più per la comunità intera e per tutte le attività commerciali, a partire dalle piccole cose, nell’ottica del rilancio.
Tutti sappiamo i disagi del nuovo piano di circolazione nelle vie centrali del paese e le difficoltà economiche e lavorative dei cittadini.
In questi giorni siamo felici per aver raggiunto questa meta, e speranzosi per raggiungere ulteriori risultati, ma occorre sviluppare da subito programmi, progetti ed idee che, sino ad ora, non si sono sviluppati puntando da subito sul marketing e la promozione del Territorio.
Il riconoscimento di We are in Puglia è un biglietto da visita che andrebbe sfruttato meglio”.

Angelo Di Lena , Presidente della 4^Commissione consiliare  “Cultura e Turismo”

 

 

Condividi

Valentina D'Amuri

Laureata in Progettazione e Gestione Formativa nell'era digitale, consegue il Master di II livello in Studi Strategici e Sicurezza Internazionale in concomitanza con il Corso Normale di Stato Maggiore della Marina Militare. Instructional Designer, collabora alla produzione di diversi progetti in ambito civile e militare. "Non chi comincia ma quel che persevera"

Lascia un commento