APERTAMENTE di Francesco L’Assainato. “Via dei semplici 58, apologia di libertà’ “

Condividi

Francesco L’Assainato è un cantastorie grottagliese che dedica questo APERTAMENTE alla nostra nuova amica che ha esordito su questo giornale con questo APERTAMENTE   Varianna De Tommaso  una ragazza molto speciale che ha toccato il cuore di molti di noi, ma anche il nostro amico alla quale le dedica non solo questa prosa ma anche questo video

“Ho guardato mentre imparavi a volare ed ho sentito il suono di rumori ritrovati, il suono del vento il suono della musica che mischio col sangue, pervade tutte le cellule del mio corpo, musicante, cantore dell’ esistenza superiore, non più tra i mortali inariditi, superflui ma oltre, altrove, al di la del bene, al di la del male.

Ho sentito nella terra un calore, e’ il calore del mio sangue, sangue e terra, fedele compagna, tra una canzone, una chitarra un profumo, un libro, una poesia, un luogo, un fiume, un mare, un bosco, valli sconfinate, un monte ed oltre il monte la luce muore gia.

A cosa penso spesso? Tra un canto ed un sorriso la terra ideale e sarà così bello come il tuffo nel nostro meraviglioso mare, come il canto delle sirene, come fare l’amore, come cantare una canzone d’amore. Tra un canto ed un sorriso la terra ideale: feste e cerimonie, riti familiari, comunitari, mangiare, bere, generare, centro dell’esistenza.  Il potere, il profitto non hanno mai la precedenza, la famiglia, il vicino, l’amico, la vera solidarietà umana fanno parte di una comunità visibile, tangibile, dove ognuno può fare quello che fanno gli altri, dove ognuno può avere quello che hanno gli altri: ecco l’isola che non c’e’!! !

Ho davanti a me il sogno, la visione, la brillante bianca schiuma delle onde quando vanno a morire sulla riva: ” È  un bel giorno per dirigermi verso sud e col vento leggero che mi soffia alle spalle potrei raggiungere l’isola che non c’è “.     

 

Condividi

Redazione Oraquadra

La redazione.

Lascia un commento