Bonifiche Taranto, Perrini (Fdi): dopo il cambio di guardia non sappiamo più nulla dei lavori già fatti mentre quelli assegnati sono bloccati

Condividi

Il consigliere regionale di Fratelli d’Italia, Renato Perrini, ha presentato un’interrogazione al presidente Michele Emiliano e all’assessore all’Ambiente Maria Grazia Maraschio

Renato Perrini

«Durante la scorsa legislatura, anche su mio sollecito e richiesta, abbiamo pedissequamente seguito i lavori del Commissario delle Bonifiche dell’area di Taranto che a più riprese è stata sentita in Commissione Ambiente per una rendicontazione delle opere.

Da quando la scorsa estate vi è stato un cambio al vertice dell’autorità commissariale, con le successive dimissioni di tutti i Rup, non sappiamo più nulla sull’andamento dei lavori. L’unica comunicazione pubblica del nuovo commissario ha riguardato una piantumazione di alberi, attività ben lontana dalle opere di bonifica programmate e necessarie di cui il territorio di Taranto ha bisogno per eliminare residui di inquinamento, scorie, detriti, ed emissioni.

Nel frattempo sono bloccate le opere già assegnate e che il cambio commissariale ha interrotto, col rischio che le ditte possano addirittura chiedere risarcimenti per il mancato avvio avendo dovuto subire una sospensione dei lavori e impossibilità di prenderne altri in attesa della partenza.

Il tutto mentre Taranto aspetta da anni un risanamento ambientale.

Per tale motivo ho presentato un’interrogazione al presidente Michele Emiliano e all’assessore all’ambiente Anna Grazia Maraschio, per conoscere il cronoprogramma dei principali lavori di bonifica già incardinati su area PIP di Statte, mar Piccolo e Tamburi e per sollecitare l’avvio e il completamento dei suddetti interventi di bonifica e riqualificazione dell’area di Taranto».

 

 

Condividi

Redazione Oraquadra

La redazione.

Lascia un commento