Successi a ripetizione per l’ANAAO – AssoMed di Taranto

Condividi

Alcuni Sindacati hanno criticato la scelta dello scrivente di coinvolgere gli organismi d’informazione nelle problematiche che interessano da sempre questa ASL.

Noi siamo Sindacalisti non Giornalisti. Le battaglie si portano al tavolo sindacale. Quale tavolo sindacale dato che il Direttore Rossi non applica neanche i regolamenti deliberati? Il netto rifiuto di ogni dialogo e mediazione sembra essere l’unico leit motiv di questa Direzione Generale. La notorietà e la credibilità, acquisite dall’ANAAO nel corso degli anni, hanno permesso al portavoce, di chi non può parlare, di giungere a farsi sentire dall’intera nazione.

Questo, grazie anche a trasmissioni come “Fuori dal coro” di Rete 4 che l’8 Dicembre ci ha dato la possibilità di parlare.

Un SUCCESSO TARGATO ANAAO-FVM di cui essere orgogliosi. Un grazie anche alla Sezione Protezione Civile della Presidenza della Giunta Regionale nella persona del Dott. Antonio Lerario. Subito dopo aver ascoltato in TV la nostra segnalazione sulle tute con doppia etichetta e sulla richiesta di controllo alla Magistratura, al fine di proteggere operatori e pazienti, sollecita e immediata la risposta del dott. Erario.

Il giorno 9 dicembre ha inviato a tutti i Direttori Generali una comunicazione (comunicato regione puglia tute 09.12.2020) in cui afferma, tra l’altro, “la scrivente struttura ha immediatamente attivato apposita procedura di riesame, tesa a valutare eventuali profili di rilievo, tanto al fine di accertare la reale corrispondenza tra il prodotto offerto dalla società fornitrice e quello effettivamente consegnato i nostri depositi”. E, soprattutto, “nelle more della conclusione delle verifiche in parola si invitano le SSLL a valutare la possibilità di sospendere l’uso delle tute oggetto di verifica”.

Questo mentre l’avv. Rossi, il giorno dopo l’arrivo di questa comunicazione, non ha ancora provveduto a trasmettere questa missiva ai Sindacati. Mentre i lavoratori continuano a usare le tute sospette. Era forse troppo impegnato ad organizzare conferenze stampa per tentare di giustificare l’ingiustificabile? La Regione sente e risponde. L’ASL, come al solito, sembra essere assente. L’ANAAO, comunque, rimane a disposizione del Dott. Erario per fornire i campioni di tuta con doppia etichetta in suo possesso, comprese quelle con etichette misteriosamente asportate, oltre che per chiedere chiarimenti su altre tipologie di tute “sospette”. 

 

Condividi

Redazione Oraquadra

La redazione.

Lascia un commento