“Sipario, si legge”, il Comune promuove il primo collettivo con le librerie di Taranto

Condividi

In streaming dal Teatro Fusco e dalla Biblioteca presentazioni di libri e giochi con i bimbi.

Taranto. Nasce Sipario, si legge, un’iniziativa voluta dalla Amministrazione Melucci con la quale per la prima volta si mettono in rete le librerie di Taranto. «È una grande scommessa. Partiamo subito con una programmazione condivisa di presentazioni di libri all’interno del Teatro Fusco e della Biblioteca da poco restituita alla Città. Ma questo progetto – specifica l’assessore alla cultura Fabiano Marti – è molto di più. Da oggi iniziamo a lavorare insieme, facendo squadra intorno al tema della cultura declinata come solo le librerie sanno fare; collante sociale e culturale tra la comunità e il mondo esterno, collettore di generazioni diverse. E non escludo che questo percorso possa portarci a programmare iniziative importanti anche a lunga scadenza». Non è casuale che questa iniziativa arrivi in questo momento storico. «Stiamo programmando il futuro di Taranto declinandolo attraverso gli obiettivi che ci siamo prefissati con il progetto Taranto Capitale della Cultura. E questo è un ulteriore pezzo di un puzzle più ampio che ci vede impegnati nell’attuazione di misure volte al rilancio della Città».

Fabiano Marti

 Sipario, si legge è, pertanto, un momento di condivisione allargata, ma costituisce uno strumento dinamico di programmazione con il quale, conclude l’assessore Fabiano Marti «abbiamo intenzione di dar vita a progetti che nel prossimo biennio segneranno profondamente il rilancio culturale di Taranto nella convinzione che insieme sia possibile segnare il vero cambiamento. E in questo senso l’amministrazione guidata dal sindaco Rinaldo Melucci intende rafforzare sempre più il claim scelto per la candidatura di Taranto a capitale della cultura per il 2022, certi che è proprio dalla cultura che bisogna partire per cambiare il clima, la visione e la storia di un territorio». Sono cinque le librerie tarantine che hanno aderito al progetto Sipario, si parte. Si tratta di Ciurma, la libreria specializzata sui più piccini, Dickens, che da poco ha celebrato il suo trentesimo anniversario, Casa del Libro Cav. A. Mandese, la storica casa editrice che da sempre è un riferimento anche per l’editoria locale, Mondadori bookstore di Taranto Via De Cesare e Ubik due realtà che sono ormai parte integrante della vita della comunità tarantina.

Dichiarazioni librai

 Roberta Ursi Libreria Ciurma. «Le librerie di Taranto sono da sempre nelle vostre vite. Siamo uniti per regalarvi, ognuna a suo modo, un momento magico fatto di libri, gioco, letture con autori e illustratori! Uniti si può fare!»

 Giulia Galli, Dickens. «Il Comune e le librerie di Taranto insieme.  Felici ed entusiasti di essere parte di un progetto che promuove la lettura e favorisce la pluralità culturale nella nostra città. Identità differenti e un percorso condiviso, di confronto, relazioni, valori. Per contribuire a cambiare il clima culturale della città. Perché, di questo siamo assolutamente certi, ” la cultura cambia il clima”».

 Antonio Mandese, Casa del Libro Cav. A. Mandese. «Leggere una bella occasione per far crescere la comunità. Ciò che conta è scoprire il valore della lettura attraverso la necessaria educazione alla lettura stessa ed all’esempio che nasce in famiglia, a scuola, in biblioteca. Per questa ragione va riscoperta e tutelata la funzione sociale della libreria come luogo eletto e dedicato alla promozione della lettura e dell’emancipazione culturale».

 Carmine Fucci amministratore Mondadori Bookstore di Taranto Via De Cesare «Ci fa piacere condividere con l’amministrazione comunale questo progetto di rinascita della città e mettere a disposizione la nostra esperienza di librai e di promotori di cultura».

 Antonio Smiraglia, direttore Ubik. «La libreria Ubik di Taranto ha aderito con grande entusiasmo al progetto “Sipario, si legge!”, perchè è un progetto che nasce dalla reale collaborazione tra le librerie della città, presidi fisici della filiera del libro, e il Comune di Taranto, dando così la possibilità ai librai, agli autori e agli editori di tornare a parlare, attraverso una piattaforma digitale condivisa, ad un vasto numero di lettori, nonostante le difficoltà del momento».

PROGRAMMA

SIPARIO, SI LEGGE

Venerdì 18 dicembreore 18,30 al Teatro Fusco presentazione del libro “Un cuore sleale” di Giancarlo De Cataldo, edito da Einaudi. A cura della libreria Dickens. Presenta: Mimmo Mazza, caporedattore de La Gazzetta del Mezzogiorno. Intervengono: assessore alla Cultura, Fabiano Marti, Giulia Galli della Libreria Dickens.

Sabato 19 dicembre ore 16,00 in Biblioteca, “Il complotto dei Babbi Natale” edito da Babalibri di Ute Krause e laboratori creativi con le illustratrici Maria Teresa Conte in diretta da Modena e Marisa Vestita. A cura della libreria Ciurma. Presenta Alessandra Macchitella giornalista de Il Nuovo Quotidiano di Puglia. Intervengono: assessore alla Cultura, Fabiano Marti e Roberta Ursi titolare della libreria Ciurma.

Lunedì 21 dicembre ore 18,30 Teatro Fusco “L’Archivio del diavolo” di Pupi Avati, edito da Solferino. A cura della Libreria Casa del Libro Cav. A. Mandese di Viale Liguria, 80/82. Presenta Walter Baldacconi, direttore di Studio100. Intervengono: assessore alla Cultura, Fabiano Marti e Antonio Mandese di Casa del Libro Cav. A. Mandese (viale Liguria 80/82)

Martedì 22 dicembre ore 18,30 Teatro Fusco, presentazione di “Fiori” di Maurizio De Giovanni edito da Einaudi. A cura della libreria Ubik. Presenta Enzo Ferrari, Direttore di TarantoBuonasera. Intervengono: assessore alla Cultura, Fabiano Marti, e in streaming Antonio Smiraglia, direttore della libreria Ubik.

Lunedì 28 dicembre ore 20,30 al Teatro Fusco presentazione de “Il cielo stellato fa le fusa” di Chiara Francini edito da Rizzoli. A cura della libreria Mondadori. Presenta Gianni Sebastio, Direttore di Canale85Intervengono: assessore alla Cultura, Fabiano Marti, e Carmine Fucci, amministratore della libreria Mondadori Bookstore di Taranto Via De Cesare.

 

Condividi

Valentina D'Amuri

Laureata in Progettazione e Gestione Formativa nell'era digitale, consegue il Master di II livello in Studi Strategici e Sicurezza Internazionale in concomitanza con il Corso Normale di Stato Maggiore della Marina Militare. Instructional Designer, collabora alla produzione di diversi progetti in ambito civile e militare. "Non chi comincia ma quel che persevera"

Lascia un commento