Digitalizzazione Pubblica Amministrazione Locale: più vicino l’uso dello Spid, grazie all’Accordo siglato con il Ministero

Condividi

Digitalizzazione dei Servizi Pubblici. Più vicina, per i cittadini, la possibilità di utilizzare l’autenticazione SPID ( app IO), anche interfacciandosi alle Amministrazioni Pubbliche Locali. E’ stato infatti siglato l’Accordo con il Dipartimento per la trasformazione digitale che consentirà ai Comuni di accelerare le procedure perché venga rispetta la data del 28 febbraio, come previsto dalla normativa.

Sono  133 i  Comuni che  hanno aderito all’iniziativa, delegando la Regione alla la gestione diretta delle risorse dell’ apposito  “Fondo Innovazione”, che agirà così in maniera simultanea per loro conto. I Comuni che invece non hanno aderito al progetto regionale, possono  partecipare comunque all’Avviso pubblico nazionale, online da ieri, e presentare domanda di adesione entro il 15 gennaio 2021, utilizzando l’apposita procedura presente sul sito di PAgoPA spa (https://www.pagopa.gov.it/it/pagopa-spa/fondoinnovazione/).

Alessandro Delli Noci

“Questa iniziativa del Ministero all’Innovazione  – ha detto l’assessore Delli Noci – nasce per favorire la digitalizzazione dei comuni e di agevolarne la trasformazione in tal senso. Venendo incontro  alle  amministrazioni locali pugliesi, abbiamo offerto ai Sindaci la possibilità di scegliere se fare da soli, aderendo all’avviso nazionale, o se beneficiarne tramite la Regione, avvalendosi dell’ esperienza e  delle competenze in materia di Regione ed Innovapuglia. Il tutto, naturalmente, nel pieno rispetto dell’autonomia degli  stessi Comuni. Un’iniziativa che – tenuto conto della scadenza fissata prima  a giugno scorso e poi prorogata al prossimo 28 febbraio –  puntando su un’azione coordinata   favorisce  il  ‘fare sistema’. Va da sé che- ha concluso  Alessandro Delli Noci- proprio nell’ottica della collaborazione e del più ampio progetto di digitalizzazione che interesserà il nostro territorio, la Regione resta a disposizione di tutti i Comuni per informazione e supporto”.

 

 

Condividi

Valentina D'Amuri

Laureata in Progettazione e Gestione Formativa nell'era digitale, consegue il Master di II livello in Studi Strategici e Sicurezza Internazionale in concomitanza con il Corso Normale di Stato Maggiore della Marina Militare. Instructional Designer, collabora alla produzione di diversi progetti in ambito civile e militare. "Non chi comincia ma quel che persevera"

Lascia un commento