Nuovo Teatro Verdi: il «Concerto per il Nuovo Anno» in tv e in streaming

Condividi

Locandina concerto

Appuntamento l’1 gennaio con l’Orchestra Filarmonica Pugliese diretta dal M° Giovanni Minafra. In tv su Canale 85 a partire dalle ore 16.30 e in

M° Giovanni Minafra

contemporanea sulle pagine Facebook della Fondazione Nuovo Teatro Verdi, del Comune di Brindisi, del Teatro Pubblico Pugliese e dell’Orchestra Filarmonica Pugliese. Conduce l’evento il giornalista Antonio Celeste.

 L’unica gioia al mondo è cominciare.  È bello vivere perché vivere è cominciare, sempre, ad ogni istante.

Cesare Pavese

 Oltre un’ora di musica per dare il benvenuto al 2021. Speranze e luci si riaccendono al Nuovo Teatro Verdi di Brindisi con il tradizionale «Concerto per il Nuovo Anno», evento organizzato dalla Fondazione Nuovo Teatro Verdi e dal Comune di Brindisi, con il sostegno del Teatro Pubblico Pugliese e di Ance Brindisi.

 L’atteso appuntamento si rinnova in modalità televisiva e streaming e sarà trasmesso sull’emittente Canale 85 e pubblicato sulle pagine Facebook della Fondazione Nuovo Teatro Verdi, del Comune di Brindisi, del Teatro Pubblico Pugliese, dell’Orchestra Filarmonica Pugliesevenerdì 1 gennaio 2021 alle ore 16.30. Conduce il giornalista Antonio Celeste. Una finestra di musica spalancata sul nuovo anno in segno di apertura a una fase della vita diversa, meno impervia, discontinua soprattutto alla storia drammatica degli ultimi dieci mesi. Un augurio in musica. Un augurio forte e speciale.

 Il concerto, che ha raccolto numerosi consensi dalla critica del settore, è firmato dall’Orchestra Filarmonica Pugliese, compagine lirico-sinfonica nata nel 2013. Un’occasione unica per ascoltare celebri valzer viennesi, ouverture, movimenti tratti dalle opere più celebri e anche temi legati alla storia del cinema. Il M° Giovanni Minafra, direttore stabile dell’Orchestra e protagonista di tournée nei più grandi teatri del mondo e di numerose registrazioni discografiche, è pronto a interpretare un programma che ripercorre la grande tradizione dei concerti di Vienna, ma anche l’universo di Ennio Morricone e il genio di Ludwig van Beethoven nel 250° anniversario della nascita del grande compositore.

Carmen Lopez

 I brani saranno eseguiti da quaranta professori, accompagnati dalle voci del soprano Carmen Lopez e del tenore Gianni Leccese, che regaleranno al pubblico alcune acclamate composizioni come la Sinfonia da “Il Barbiere di Siviglia” di Gioachino Rossini con il suo crescendo fino all’esplosione finale; l’aria “Sempre libera degg’io”, tratta dall’opera “La Traviata”, nella quale Giuseppe Verdi raggiunge uno dei punti più alti di sintesi teatrale musicale; “Vesti la giubba” (conosciuta come “Ridi, pagliaccio” o “Recitar”) dalla tragedia lirica “Pagliacci” di Ruggero Leoncavallo; “La danza delle sciabole

Gianni Leccese

di Aram Il’ič Chačaturjan, tratta dal quarto atto del balletto “Gayaneh” composto nel 1942 e rivisto nel 1952; la “Tritsch-Tratsch Polka” di Johann Strauss figlio e il suo tripudio di virtuosismo orchestrale; segue un’ampia pagina dedicata a Giacomo Puccini con l’aria romantica “O soave fanciulla” da “La Bohème”, l’Intermezzo da “Manon Lescaut” con la struggente melodia degli archi e la romanza “Nessun dorma” da “Turandot”; la magia del brano “Nella Fantasia” di Ennio Morricone sul tema di “Gabriel’s Oboe”; “Tico-Tico no Fubà”, la canzone corale brasiliana scritta da Zequinha De Abreu di cui memorabile è l’interpretazione di Carmen Miranda nel film “Copacabana” del 1947; infine, la singolare contaminazione per un’unica orchestra di due opere opposte per origine, struttura ed essenza, come la Quinta Sinfonia di Beethoven e il Mambo no. 5 del cubano Peréz Prado, ripreso nel 1999 anche dal cantante pop Lou Bega. Finale in crescendo con due tradizionali e coinvolgenti fuoriprogramma.    

 La voce di Carmen Lopez, ricca di sfumature, musicalità e intensità espressiva, è il tratto originale di un’attività sia concertistica sia operistica che hanno visto l’interprete ora Violetta, ora Rosina, ora Lauretta e Suor Genovieffa; Gianni Leccese, tenore barese, dopo aver esordito in campo operistico con il personaggio di Arlecchino in “Pagliacci” di Leoncavallo, ha iniziato un’intensa attività concertistica con prestigiose istituzioni internazionali, per poi interpretare in Italia un vasto repertorio d’opera con diversi ensemble musicali e orchestre sinfoniche.

 Durata del concerto: 70 minuti. Info (0831) 562 554 – 229 230 e www.nuovoteatroverdi.com.

 PROGRAMMA

GIOACHINO ROSSINI – Sinfonia da Il Barbiere di Siviglia

GIUSEPPE VERDI – Sempre libera degg’io da La Traviata

RUGGERO LEONCAVALLO – Vesti la giubba da Pagliacci
ARAM IL’IČ CHAČATURJAN (arr. Giovanni Minafra) – Danza delle Sciabole

JOHANN STRAUSS II – Tritsch-Tratsch Polka

GIACOMO PUCCINI – O soave fanciulla da La Bohème

GIACOMO PUCCINI – Intermezzo Sinfonico da Manon Lescaut

GIACOMO PUCCINI – Nessun Dorma da Turandot

ENNIO MORRICONE (arr. Giovanni Minafra) – Nella Fantasia

ZEQUINHA DE ABREU (arr. Giovanni Minafra) – Tico Tico no fubà

LUDWIG VAN BEETHOVEN/PÉREZ PRADO (arr. Giovanni Minafra) – V Sinfonia vs Mambo no. 5


FINALE – FUORIPROGRAMMA DI TRADIZIONE

GIUSEPPE VERDI – Libiamo ne’ lieti calici da La Traviata

JOHANN STRAUSS I – Marcia di Radetzky

 

 

Condividi

Redazione Oraquadra

La redazione.

Lascia un commento