Rifiuti nucleari, Mazzarano: “La lista del governo è un orrore da cancellare”

Condividi

«La Puglia e Taranto hanno già dato. Mi auguro che il governo faccia marcia indietro sui siti nucleari, altrimenti sarà mobilitazione».
È il commento del consigliere regionale del Pd, Michele Mazzarano, alla notizia secondo la quale nella carta dei siti idonei per la costruzione del Deposito nucleare nazionale, la Puglia è stata inclusa con le aree di Gravina di Puglia e Altamura in provincia di Bari e un’altra area che va da Laterza nel tarantino fino a Matera.
«Si tratta di una scelta incomprensibile – aggiunge Mazzarano – che colpisce al cuore le politiche di rilancio e di sviluppo del nostro territorio, che in questi ultimi anni ci hanno visto pionieri in Italia ed in Europa con le battaglie per decarbonizzazione».
«Inoltre è una scelta stravagante – aggiunge Mazzarano – perché ci si dimentica che l’intera area indicata idonea per i  rifiuti nucleari, e cioè l’area Murgiana e che va da Matera fino a Laterza, è rinata in questi ultimi anni grazie alle iniziative messe in campo con Matera Capitale Europea della Cultura. Iniziative che hanno valorizzato la vocazione culturale e turistica del territorio che un sito nucleare come quello previsto dal governo finirebbe con il radere al suolo».
«Per quanto ci riguarda questa lista è un errore, o sarebbe più appropriato dire un orrore – conclude Mazzarano – che va immediatamente cancellato».

Michele Mazzarano (Pd)
Consigliere Regione Puglia
 

Condividi

Redazione Oraquadra

La redazione.

Lascia un commento