Nasce l’associazione Librai Puglia. Obiettivo: promuovere la cultura attraverso la collaborazione tra operatori ed il dialogo con gli enti locali

Condividi

E’ nata lunedì 4 gennaio l’associazione Librai Puglia che già può contare sull’adesione di 42 librerie tra Taranto, Bari, Brindisi e Foggia. Il nuovo gruppo si propone di perseguire precisi obiettivi, come si legge nello statuto, in perfetta sintonia con la legge del febbraio 2020 sulla promozione della lettura.
Un’attività che procederà su un doppio binario: da un lato cercando di tutelare la categoria e quindi alimentando la vendita del tradizionale libro cartaceo che dovrà certamente essere affiancato dagli strumenti tecnologici più innovativi, e dall’altro contribuendo a restituire una determinata immagine alle librerie, che tornano così ad essere punto di riferimento, luogo di confronto sulle tematiche d’attualità, come anche sui contenuti dei classici, e permettono di recuperare il prezioso valore del rapporto umano, fatto di scambi diretti, ma anche dei vantaggi del contatto virtuale, da cogliere e sfruttare soprattutto in una fase come quella attuale.

“Librai Puglia intende portare avanti un’azione che mira anche a stimolare un dialogo aperto e proficuo con gli enti  locali, e farsi parte attiva nella realizzazione concreta per esempio dei Patti locali per la lettura e per le biblioteche scolastiche”. Queste le dichiarazioni del Presidente Luigi Traetta in merito  allo spirito con cui nasce l’associazione.

Luigi Traetta

“Opportuno coinvolgere e  presentare proposte alle amministrazioni pubbliche affinché venga efficacemente garantito il diritto allo studio e vengano programmati eventi e  iniziative per avvicinare in particolare i più giovani al libro. Poi ancora individuare sinergie e favorire collaborazioni tra operatori del settore editoriale e librario, trovare linguaggi nuovi per fare cultura, cogliendo al volo le opportunità offerte dalla legge che ha istituito tra l’altro la Capitale Italiana del Libro, che cambierà ogni anno e permetterà di destinare alla città scelta 500mila euro per realizzare dei progetti. Interessante anche la creazione dell’Albo delle Librerie di Qualità. Ma sono solo alcune delle opportunità offerte in un momento in cui vi è un rinnovato interesse  per il settore, non solo a livello centrale grazie alla particolare attenzione rivolta dal Ministro Franceschini, ma anche a livello regionale e comunale. Si pensi agli importanti investimenti in atto a Taranto e in Puglia”.
“L’idea  è di rivendicare un ruolo che non è solo quello di venditori di libri, ma anche e soprattutto di operatori culturali a tutto tondo. Fondamentale ovviamente  – prosegue Traetta –  pensare di tutelare i posti di lavoro e valorizzare il patrimonio rappresentato dalle librerie di vicinato, messe duramente alla prova dal calo del numero dei lettori e dalla crescita delle vendite on line. Altro aspetto da considerare e controllare è quello legato agli sconti spropositati, generalmente offerti negli ipermercati, e a tutte le politiche commerciali scorrette. Anche su questo è intervenuta la legge sulla promozione della lettura”.
“L’associazione Librai Puglia  – promette e conclude Traetta – a stretto giro si farà promotrice di interessanti iniziative volte dunque alla crescita culturale del territorio”.

Presidente Gigi Traetta. Il direttivo è composto da Paolo Di Leo, Giuseppe Morei, Valentina Lanciano, Marino Carioggia, Vito Loconsole, Fabrizio De Filippis e Giovanni Mastroleo.

 

Condividi

Valentina D'Amuri

Laureata in Progettazione e Gestione Formativa nell'era digitale, consegue il Master di II livello in Studi Strategici e Sicurezza Internazionale in concomitanza con il Corso Normale di Stato Maggiore della Marina Militare. Instructional Designer, collabora alla produzione di diversi progetti in ambito civile e militare. "Non chi comincia ma quel che persevera"

Lascia un commento